Docenti e studenti insieme. Messina urla no alla “Buona scuola”

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Partecipa anche Messina alla manifestazione prevista, oggi, in tutta Italia per attirare l’attenzione sul destino della scuola italiana.

Docenti e studenti messinesi uniti in una manifestazione contro la riforma, denominata “Buona scuola”, del Governo Renzi. Stamattina, giovani e meno giovani di tutta Italia, armati di striscioni e megafono, ma anche di insoddisfazione e preoccupazione, sono scesi in piazza per dire no alla legge Renzi-Giannini, che conferisce “troppi” poteri ai presidi, che potranno assumere direttamente i docenti; ai tagli di risorse per la scuola pubblica e ai finanziamenti alla scuola privata; al metodo di valutazione dell’Invalsi, che penalizza molti meritevoli.manifestazione1

A Messina, la manifestazione è partita da Piazza Antonello e, dopo avere percorso le principali vie cittadine, si è conclusa davanti alla Prefettura. Tutti i partecipanti, insieme alle principali sigle sindacali, sono stati accomunati dal medesimo sentimento “No alla buona scuola, sì alla giusta Scuola”.

(464)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.