Dissesto idrogeologico, dopo 11 anni gli interventi di messa in sicurezza a Graniti

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dopo 11 anni si completano i lavori contro il dissesto idrogeologico del centro abitato di Graniti, in provincia di Messina. A comunicarlo il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in qualità di commissario straordinario per la messa in sicurezza.

Nei giorni scorsi, infatti, la Struttura diretta da Maurizio Croce ha aggiudicato i lavori per ultimare i lavori di consolidamento dell’area di Graniti, fortemente a rischio. Graniti, infatti, si affaccia sul torrente Petrolo, affluente dell’Alcantara.

A eseguire gli interventi sarà un’associazione temporanea di imprese coordinata dalla Cogenap srl di San Cataldo in virtù di un ribasso del 28,8 per cento e per un importo di poco superiore a un milione e trecentomila euro.

Interventi contro il dissesto idrogeologico di Graniti

In una prima fase, sono stati realizzati contro il dissesto idrogeologico di Graniti dei terrazzamenti in pietra allo scopo di assicurare stabilità ai diversi edifici e alle infrastrutture esistenti, «ma i movimenti franosi – fanno sapere dalla Regione – non si sono esauriti e la sensazione generale era quella di un traguardo che non si riesce a tagliare, nonostante gli sforzi. Ora l’inversione di tendenza: i lavori partiranno entro pochi giorni e consisteranno nella costruzione di muri in cemento armato su micropali e nella risagomatura delle scarpate.

Si provvederà inoltre alla regimazione delle acque piovane mediante un sistema di piccoli canali. A protezione degli argini, infine, è stata prevista la posa di gabbioni metallici per contrastare l’azione erosiva dell’acqua sulle sponde che incide non poco sulla vulnerabilità del versante».

(61)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.