Foto della sede principale di AMAM a Messina

Diffide AMAM, prorogato il termine per la regolarizzazione: come funziona

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Più tempo per regolarizzare la propria posizione con l’AMAM oggetto di diffide: a comunicarlo è l’Azienda Meridionale Acque Messina, che proroga i termini fino al 28 febbraio 2023. L’obiettivo è quello di dare più tempo agli utenti per regolarizzare la propria posizione e contrastare l’elevata morosità che pesa sui bilanci della Società.

«La decisione – spiegano dall’AMAM – è stata assunta dai vertici dell’Azienda a seguito di una prima analisi dell’azione condotta per bonificare le anagrafiche contrattuali delle utenze attive e, parallelamente, per contrastare la morosità altissima che pesa sui bilanci aziendali. Con la proroga unica dei termini diffidati, dunque, AMAM intende dare agli utenti un maggior tempo per poter reperire i documenti utili a regolarizzare le rispettive posizioni consentendo, inoltre, un miglior deflusso giornaliero degli utenti. Da un primo feedback delle istanze formulate dagli utenti, infine, sono emersi alcuni disguidi per cui AMAM coglie l’occasione per fornire i relativi chiarimenti».

Maggiori informazioni sulle procedure da seguire sono disponibili a questo link.

(364)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.