bus elettrico atm messina

Dal PNRR oltre 50 milioni di euro per bus e treni verdi a Messina: in arrivo 78 mezzi “green“

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Eliminare completamente i mezzi tradizionali dal centro città sostituendoli con bus elettrici e “green”: è questo l’obiettivo del Comune di Messina e di ATM per i prossimi anni. Come? Intanto, con le risorse del PNRR. Palazzo Zanca ha infatti ottenuto il disco verde all’istanza presentata per un finanziamento da 55 milioni di euro relativi all’azione “Rinnovo Flotte Bus e Treni Verdi”. Soddisfatto il Commissario Leonardo Santoro: «Un risultato importante».

A comunicarlo è stata l’ASSTRA, l’Associazione di categoria delle Società del TPL, presso il Ministero delle Infrastrutture delle Mobilità Sostenibili (MIMS): l’istanza di accesso ai fondi del PNRR relativi all’azione “Rinnovo Flotte Bus e Treni Verdi” da parte del Comune è stata ammessa a finanziamento. Si tratta di un totale di 55 milioni di euro che verranno utilizzati per rendere più “green” il trasporto pubblico cittadino. Da qui ai prossimi anni è quindi prevista l’introduzione di almeno 78 nuovi mezzi a emissioni zero.

Si partirà potenziando la flotta destinata ai villaggi collinari della città dello Stretto, mettendo in servizio nuovi mezzi, più piccoli (lunghi meno di 7 metri), e quindi più adatti a percorrere le strade strette dei paesini che caratterizzano la città da Nord a Sud.

A commentare, il Commissario Straordinario, Leonardo Santoro: «Un risultato importante – ha sottolineato – che permetterà di innalzare la qualità del servizio di trasporto pubblico per le zone collinari tradizionalmente e strutturalmente svantaggiate e alle quali è indispensabile dare una priorità. Relativamente poi all’acquisto di questa tipologia di bus è prevista la pubblicazione del bando di gara entro il mese di aprile. Infine l’obiettivo, grazie anche all’integrazione con gli interventi in corso lungo la linea tranviaria, è quello di liberare totalmente il centro città dal TPL con i mezzi tradizionali».

Soddisfatto il presidente di ATM, Giuseppe Campagna, che ha messo in evidenza «la rilevanza strategica del PNRR consentirà di fornire nelle zone a più alta valenza ambientale e paesaggistica un trasporto totalmente verde e comunque di rafforzare la dorsale shuttle + tram, al fine di creare una vera e propria linea di forza a zero emissioni».

(132)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.