Coronavirus. Mata e Grifone “in sosta” a Camaro, ma senza “passeggiata”: la proposta

Foto dei Giganti, Mata e Grifone di fronte al municipio di MessinaIl coronavirus ha fatto saltare tante manifestazioni, tradizionali e non e, sembrerebbe, comporterà anche l’annullamento, per quest’anno, della passeggiata dei Giganti Mata e Grifone da via Catania alla piazza di Camaro Superiore. Pur nel rispetto delle misure anti-covid, il consigliere di circoscrizione Alessandro Cacciotto propone una soluzione alternativa per farli comunque sostare nella Vallata di Camaro.

«Sembrerebbe – scrive il consigliere della III Municipalità – che l’Amministrazione abbia pensato alla collocazione statica dei Giganti nella sola Piazza Unione Europea, davanti a Palazzo Zanca ma ritengo che, sempre in maniera statica, la collocazione possa avvenire anche nella “terra nativa” di Camaro».

Pur comprendendo la necessità di mantenere il distanziamento sociale ed evitare assembramenti, il consigliere Alessandro Cacciotto ritiene sia possibile mantenere in parte la tradizione legata ai Giganti e propone la sua soluzione: «Non possono non riconoscere che le misure anti-covid impongono lo stravolgimento di tutta una serie di cose ma, per quanto riguarda la presenza dei Giganti nella Vallata di Camaro ritengo che, adottando una variazione di programma, ed in particolare eliminando la passeggiata classica dal deposito di via Catania alla piazza di Camaro Superiore per poi procedere alla collocazione nella strada adiacente la sede della Terza Municipalità, la presenza di Mata e Grifone nella Vallata di Camaro possa essere garantita».

Una misura di questo tipo, sottolinea, consentirebbe agli abitanti di Camaro, per cui i due Giganti sono un simbolo identitario importante, di ammirarli nella vallata senza creare rischi per la popolazione: «Le periferie – evidenzia Cacciotto – vivono già una situazione di profonda difficoltà ed eliminare un appuntamento classico che potrebbe, con una modifica, essere mantenuto, getta ancora più sconforto nei quartieri».

(433)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *