Coronavirus. Il video degli operatori della casa di riposo di Messina: «Siamo sfiniti, aiutateci»

Trasferire i pazienti positivi al coronavirus in ospedale, i negativi in quarantena e sanificare lo stabile. Sono queste le richieste degli operatori della casa di riposo di Messina che in video raccontano il dramma che da giorni stanno vivendo all’interno della struttura.

«La situazione è ogni giorno più critica. Non abbiamo più dispositivi di protezione personale però le esigenze ci portano a continuare a dare aiuto, mettendoci in pericolo per andare dai nostri ospiti, i nonnini. Tutti i positivi che dovevano essere trasportati in ospedale, vengono trasferiti a passo di formica. E’ vergognoso che c’è soltanto un’ambulanza che deve fare ogni volta la sanificazione e tornare. Questo ha contribuito ad allargare a macchia d’olio la contaminazione».

Abbiamo fatto i tamponi e siamo ancora qui, nessuno ci garantisce la sicurezza per la nostra vita. La situazione è molto critica. Che cosa dobbiamo fare? Noi siamo stanchi, distrutti e sfiniti e continuamente sottoposti al pericolo. Abbiamo dato di tutto e di più, lo abbiamo fatto col cuore, con amore ma non abbiamo più le competenze ed i mezzi per affrontare questa situazione. Ci vorrebbero infermieri, medici. Queste persone dovrebbero essere portate in strutture adeguate. Servono persone competenti per questo tipo di patologia. Vi chiediamo aiuto, noi non possiamo fare più niente».

«

(365)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *