Coronavirus. 2,7 milioni di euro al Policlinico di Messina per 32 posti letto di terapia intensiva

Foto dell'ospedale Policlinico di MessinaIl Policlinico “G. Martino” di Messina avrà 32 nuovi posti letto di terapia intensiva grazie a un finanziamento di 2,7 milioni di euro proveniente dalla Banca d’Italia e gestito dalla Protezione Civile regionale. Si tratta di fondi donati per aiutare le Regioni a fronteggiare l’emergenza coronavirus.

In totale le risorse stanziate dalla Banca d’Italia, e provenienti dal fondo per le attività di beneficienza e le iniziative di interesse pubblico, ammontano a 34 milioni di euro che sono stati suddivisi tra 9 Regioni italiane al fine di aiutarle a gestire l’emergenza coronavirus.

Per quel che riguarda la Sicilia, a decidere di destinare questi 2,7 milioni di euro al Policlinico “G. Martino” di Messina è stato il Presidente della Regione, Nello Musumeci. L’intervento, questo aumento dei posti letto di terapia intensiva dell’Azienda Ospedaliera Universitaria, si colloca all’interno di un progetto che avrà ripercussioni anche oltre l’attuale fase di emergenza sanitaria causata dal covid-19.

A spiegarlo è il direttore generale del Policlinico, Giuseppe Laganga: «La scelta della Regione va inquadrata in una duplice ottica. Innanzitutto, nella consapevolezza che le azioni per fronteggiare l’epidemia da coronavirus, superata una prima e immediata emergenza, dovranno ricomprendere importanti interventi strutturali di medio periodo. Il passaggio alla fase 2 che segnerà un primo passo del ritorno alla normalità, segnerà anche la necessità di una fase 2 per la sanità».

(170)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *