Coronavirus. Coprifuoco nazionale alle 21: Conte verso il nuovo Dpcm

mascherine coronavirus all'apertoCoprifuoco alle 21.00 in tutta Italia e misure differenziate per le zone considerate maggiormente a rischio: è questo l’orientamento del Governo per il nuovo Dpcm Conte. La discussione con le Regioni, però, è ancora aperta e il testo definitivo potrebbe non arrivare prima di stasera o addirittura slittare a domani, martedì 3 novembre 2020.

Il nodo da sciogliere riguarda principalmente la possibilità di introdurre misure differenziate tra le regioni a più alto rischio e quelle in cui la situazione appare ancora maggiormente sotto controllo. Da un lato, il Governo vorrebbe misure differenziate per le Regioni in base all’indice Rt e ad una serie di indicatori individuati dagli esperti; dall’altro, i governatori chiedono provvedimenti uguali in tutta Italia. La decisione va comunque presa entro le prossime 48, segnala il Ministro della Salute Roberto Speranza, per piegare la curva epidemiologica che definisce “terrificante”.

Coprifuoco alle 21.00 o alle 18.00?

Contrariamente a quanto consigliato dal Comitato Tecnico Scientifico (Cts), sembrerebbe scartata l’ipotesi di un coprifuoco alle 18.00 in tutta Italia. L’opzione al vaglio del Governo è tra lo stop alla circolazione (e alle attività) alle 20.00 o alle 21.00, su tutto il territorio nazionale. Misure più stringenti potrebbero riguardare, invece, le zone maggiormente a rischio.

Misure più stringenti per le zone a rischio

L’ipotesi – che non piace alle Regioni – al vaglio dell’esecutivo è quella di attuare misure differenziate sulla base dell’indice Rt e di altri indicatori individuati dagli esperti. Tra i possibili provvedimenti: la didattica a distanza al 100% per le seconde e terze medie, per le scuole superiori e le università; limiti agli spostamenti tra regioni; riempimento dei mezzi di trasporto al massimo al 50% (varrebbe per bus, tram e mezzi pubblici in generale); stop ai musei; smart working nella pubblica amministrazione, ad eccezione dei servizi pubblici essenziali.

Le prossime tappe verso il nuovo Dpcm Conte contro il coronavirus

Già dalle 8.00 di oggi, lunedì 2 novembre, il premier Giuseppe Conte ha ripreso la riunione con i capidelegazione della maggioranza e attualmente è in corso il vertice con le Regioni. Alle 12.00 toccherà all’informativa alla Camera dei Deputati sulle misure da attuare con il nuovo Dpcm. Alle 17.00, infine, il Presidente del Consiglio dei Ministri dovrebbe parlare al Senato.

(877)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *