Coronavirus. Controlli incrociati dell’ASP: 34 su 116 “vacanzieri” non avrebbero comunicato i dati

L’ASP di Messina rende noto un aggiornamento sui controlli effettuati sui 116 nominativi dei cittadini presenti nell’elenco trasmesso alla Direzione Generale alle ore 16.15 del 18/3/2020 da parte della Polizia Municipale.

L’Azienda Sanitaria Provinciale Messina comunica «di avere utilizzato nel comunicato emesso ieri la formula dubitativa in quanto si riservava di effettuare un ulteriore controllo sul portale regionale “CostruireSalute”, gestito dalla Protezione Civile Regionale.

Dal riscontro è emerso che tra i 116 nominativi dell’elenco prodotto a questa Asp in data 18/3/2020 sono 34 i soggetti che non avrebbero comunicato i dati a nessuno dei due portali, mentre sono 17 quelli che avrebbero effettuato la comunicazione dopo qualche giorno; il condizionale ancora utilizzato è dovuto alla cautela che la fattispecie impone.
Il servizio di epidemiologia dell’ASP di Messina sta effettuando le dovute indagini epidemiologiche assumendo i provvedimenti consequenziali, come si evince dalla nota 35415 di oggi a firma del Dirigente UOS Epidemiologia».

L’ASP Messina fa presente, inoltre, «che il Sindaco non è organo sovraordinato al Direttore Generale di una Azienda Sanitaria».

 

(3960)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *