Contrordine, sì al rimborso degli abbonamenti ATM non usati: come richiederlo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Decreto Rilancio dà la possibilità ai cittadini di richiedere al gestore del trasporto pubblico locale, nel caso di Messina ad ATM, il rimborso o il prolungamento degli abbonamenti non utilizzato a causa delle misure di contenimento del coronavirus. Lo stesso discorso vale per gli abbonamenti e in generale per i biglietti dei treni.

Sebbene inizialmente ATM non avesse disposto alcun rimborso, con l’entrata in vigore del Decreto Rilancio del 19 maggio 2020 la situazione è cambiata. Chi ha acquistato entro il 10 marzo 2020 l’abbonamento ma poi non ha utilizzato il trasporto pubblico a causa delle misure di contenimento adottate per contrastare il covid-19, potrà richiederne il rimborso o il prolungamento. Vediamo come.

Rimborso o prolungamento degli abbonamenti ATM: come funziona

Come anticipato, l’articolo 215 del Decreto Rilancio prevede il rimborso o il prolungamento degli abbonamentiab al servizio di trasporto pubblico locale – nel caso di Messina, ATM – per tutti gli utenti che non abbiano potuto usufruirne pur avendolo acquistato, a causa delle misure di contenimento del coronavirus.

In particolare, il Decreto Rilancio prevede due modalità per andare incontro agli utenti:

  • l’emissione di un voucher di importo pari all’ammontare del titolo di viaggio, ivi compreso l’abbonamento, da utilizzare entro un anno dall’emissione;
  • prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l’utilizzo.

Come ottenere il rimborso

Per ottenere il rimborso usufruendo di una delle due possibilità messe in campo dal Decreto Rilancio, l’utente deve fornire:

  • la documentazione comprovante il possesso del titolo di viaggio in corso di validità durante il periodo di efficacia dei provvedimenti attuativi delle misure di contenimento contro il coronavirus;
  • dichiarazione rilasciata ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, relativa al mancato utilizzo, in tutto o in parte, del titolo di viaggio in conseguenza dei provvedimenti attuative delle misure di contenimento del covid-19.

Nel caso di ATM Messina, la richiesta di rimborso o di prolungamento dell’abbonamento dovrà essere inviata via PEC al seguente indirizzo: segreteria.generale@pec.atmmessina.it. 

(5450)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.