Foto di Libero Gioveni - Messina

Contrada Casazza, Gioveni: «Più di 50 famiglie ancora con i pozzi neri»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il consigliere comunale Libero Gioveni denuncia la «totale assenza di un impianto fognario in contrada Casazza». Nonostante gli immobili urbanisticamente in regola, sottolinea, 50 famiglie di Messina si trovano a dover utilizzare i cosiddetti “pozzi neri”. Il Presidente della Commissione Lavori Pubblici chiede quindi all’Amministrazione di programmare un sopralluogo e di sanare la situazione.

La questione, per essere precisi, riguarda diverse abitazioni di via Noviziato Casazza alto (o Contrada Casazza), da piazza d’Armi a salire verso l’IRCCS Neurolesi “Bonino Pulejo”. Stando a quanto appreso dall’esponente di Fratelli d’Italia, le famiglie coinvolte disporrebbero di una normale rete idrica AMAM, «con regolare pagamento delle bollette in cui, però, paradossalmente, sembra risulti incluso anche il servizio fognatura». Inoltre, aggiunge il consigliere, «un progetto per la realizzazione dell’impianto fognario finalizzato a servire il Centro Neurolesi risulterebbe inserito già da 15 anni nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche al punto AA102, come evidenziato tra l’altro anche in una delibera del Consiglio della IV Municipalità del 23/10/2019». Un impianto fognario, spiega ancora Gioveni, è stato realizzato nella vicina contrada Campola, fermando però “la sua corsa” a pochi metri da piazza d’Armi.

«Al netto della mia personale sorpresa – aggiunge il Consigliere Comunale – circa il fatto che nell’anno 2021 ci siano ancora famiglie che, nonostante risiedano in degli immobili urbanisticamente in regola anche con eventuali abusi sanati, non dispongano ancora di opere di urbanizzazione primaria e che debbano fare utilizzo dei cosiddetti pozzi neri, non si può non rimanere indifferenti e soprattutto immobili rispetto ad una condizione quasi da “terzo mondo”».

Vista la situazione, Libero Gioveni ha inoltrato una nota all’Amministrazione comunale e ad AMAM nella quale ha chiesto la programmazione – il più presto possibile – di un sopralluogo preliminare per verificare la fattibilità tecnica e i tempi di realizzazione di un impianto fognario regolare per i residenti di Contrada Casazza. Una volta fatto questo, il Presidente della Commissione consiliare Lavori Pubblici chiede l’avvio «senza indugi» di tutte le procedure tecniche e amministrative previste per la realizzazione dell’opera.

(124)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.