Consegnati i lavori per il porto di Vulcano. Falcone: «Cambierà il volto della porta delle Eolie»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Ieri, lunedì 17 gennaio, sono stati consegnati i lavori per il nuovo porto di Vulcano. Gli interventi serviranno a mettere in sicurezza la zona dedicata agli imbarchi e realizzare un nuovo pontile per gli aliscafi. A comunicarlo è l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

«Manteniamo l’impegno assunto – ha detto l’Assessore Falcone – per avviare un’opera da tutti data ormai per perduta e che, invece, a breve cambierà il volto della porta delle Eolie. Purtroppo, isolani e frequentatori di Vulcano si erano quasi rassegnati a non poter utilizzare il pontile per gli aliscafi, danneggiato e in disuso da anni. Oggi invece il governo Musumeci apre il cantiere, malgrado per ben due anni, fra le altre cose, il progetto sia rimasto fermo al Ministero dell’Ambiente in attesa di valutazione.

Sono lungaggini come queste – continua Falcone – a rendere il percorso di molte opere pubbliche un vero calvario a scapito dei cittadini, in Sicilia come nel resto d’Italia. Ma noi, in questi quattro anni alle Infrastrutture, abbiamo dimostrato che, con impegno e con una visione politico-amministrativa chiara, è possibile invertire la rotta».

Il nuovo porto di Vulcano

La messa in sicurezza del porto di Vulcano, dal valore di 2.257.300,85 euro, era stata appaltata dal dipartimento regionale Infrastrutture alla fine del 2021. Ad aggiudicarsi l’opera l’impresa Ca.ti.fra srl di Barcellona Pozzo di Gotto. Erano presenti alla consegna dei lavori il dirigente del Servizio Infrastrutture marittime Carmelo Ricciardo, i tecnici dell’impresa e il vicesindaco del Comune di Lipari, Gaetano Orto. L’appalto, della durata programmata di 360 giorni, prevede la messa in sicurezza del molo foraneo, la realizzazione di un nuovo pontile per gli aliscafi e il collegamento tra le banchine portuali. Il vecchio attracco, danneggiato nel 2015 e in abbandono, verrà demolito.

(230)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.