congedo mestruale scuole sicilia, maurolico messina

Congedo mestruale nelle scuole della Sicilia: si comincia dal liceo “Maurolico” di Messina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Istituire il congedo mestruale per le studentesse nella scuole di tutta la Sicilia: questo l’obiettivo di Emilia Pace, studentessa e presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Messina, che ha già ottenuto il “sì” dalla dirigente scolastica del Liceo “Maurolico”, la professoressa Giovanna De Francesco.

La proposta è stata lanciata anche nel corso dell’ultima riunione del Coordinamento Regionale delle consulte studentesche siciliane svoltasi lunedì 16 gennaio a Palermo ed è stata approvata all’unanimità. A seguito dell’incontro, una lettera a tutti i dirigenti scolastici siciliani in cui gli si chiede di emanare una circolare o modificare il regolamento d’istituto, inserendo tra le assenze giustificate, come motivi di salute, le mestruazioni e le malattie croniche invalidanti quali endometriosi, vulvodinia, e così via, per un massimo di due giorni.

cps sicilia congedo mestruale nelle scuoleA spiegare meglio il perché di questa proposta è Emilia Pace: «Lo scopo – chiarisce – di questa iniziativa è diffondere informazione e rendere sensibili riguardo queste tematiche gli studenti, ma soprattutto permettere alle studentesse di vivere la scuola in maniera confortevole e assentarsi senza preoccupazioni quando non si riescono a fare sforzi eccessivi. È un gesto di solidarietà, abbiamo bisogno di rendere note soprattutto le malattie anche definite “invisibili” che vengono tutt’ora diagnosticate con difficoltà e poco comprese».

«Una testimonianza di una donna che parla dei propri sintomi – aggiunge – può aiutarne un’altra. I disturbi dell’endometriosi ad esempio comprendono oltre che la dismenorrea, anche dolore pelvico frequente, gonfiore, disturbi del sonno, problemi intestinali, infertilità, difficoltà sessuali etc. che non rendono affatto facile affrontare la giornata per chi ne soffre, a maggior ragione se nel periodo del ciclo».

«Il congedo mestruale – conclude Emilia Pace – è una vera e propria conquista, e siamo contenti di poter portare avanti questa battaglia partita da Ravenna in campo dei diritti, in modo da riuscire a scrivere un’altra pagina da aggiungere al libro della storia delle conquiste in materia di uguaglianza e pari opportunità delle donne». Il sasso, come si suol dire, è stato lanciato. Non resta che vedere se sarà colto. Per quel che riguarda il Liceo “Maurolico”, come si anticipava, la proposta è stata accolta ed è in via di attuazione.

(428)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.