Concorso Vigili del Fuoco: come presentare domanda per il bando

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È in scadenza il 28 marzo il concorso pubblico per entrare a far parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco: sono disponibili 300 posti, di cui il 45% è riservato ai volontari in ferma prefissata delle forze armate e il 35% al personale volontario del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che sia iscritto negli appositi elenchi da almeno tre anni ed abbia effettuato non meno di centoventi giorni di servizio.

Per partecipare al bando sarà necessario possedere alcuni requisiti, tra gli altri: essere cittadini italiani, non avere più di 26 anni ed essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Per il personale volontario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco il limite d’età è fissato ai 37 anni. I candidati dovranno svolgere una prova preselettiva che consiste nella risoluzione di quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • storia d’Italia dal 1861 ad oggi ed elementi di chimica;
  • quesiti logico-deduttivo e analitico;
  • quesiti sull’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
  • lingua inglese.

Una volta superata la preselezione, gli aspiranti Vigili del Fuoco dovranno superare tre prove motorio-attitudinali per accertare il possesso dell’efficienza fisica e la predisposizione all’esercizio delle funzioni del ruolo dei vigili del fuoco, anche eventualmente con riferimento all’utilizzo di attrezzature e mezzi operativi.

Come presentare la domanda

Per partecipare al concorso dei Vigili del Fuoco è possibile inviare la domanda, per via telematica a questo link, entro e non oltre il 28 marzo. Per poter accedere, i candidati dovranno essere in possesso di un’identità digitale (SPID).

Qui il bando completo.

(384)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.