Concorso Ufficio per il processo: a Messina disponibili 148 posti

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Aperti i termini – fino al 23 settembre – per partecipare al concorso per addetti all’Ufficio per il processo. Saranno 8mila i giuristi selezionati, di cui 148 a Messina. I vincitori saranno assunti con un contratto a tempo determinato che avrà durata di tre anni. I fondi provengono dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

L’Ufficio per il processo è un progetto di miglioramento del servizio giustizia che, partendo da prassi virtuose di revisione dei moduli organizzativi del lavoro del magistrato e delle cancellerie, mira a supportare i processi di innovazione negli uffici giudiziari. I requisiti richiesti per partecipare al concorso.

Aperto il concorso per l’Ufficio per il processo: i requisiti e come partecipare

Il concorso è riservato ai laureati in materie giuridiche, anche con laurea triennale, e per una quota anche ai laureati in economia e commercio e scienze politiche o titoli equiparati ed equipollenti. La selezione sarà effettuata attraverso una prima fase di valutazione dei titoli come:

  • il voto di laurea,
  • le abilitazioni professionali,
  • i tirocini svolti.

e una successiva prova scritta che si svolgerà esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali, anche presso sedi decentrate e con più sessioni consecutive non contestuali, sulle materie di:

  • diritto pubblico,
  • ordinamento giudiziario,
  • lingua inglese.

I candidati potranno presentare domanda, per uno solo dei codici di concorso, fino al 23 settembre, entro le ore 14:00. Per la partecipazione al concorso deve essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di 10 euro. La stessa può esser inviata esclusivamente per via telematica, avvalendosi dello Spid e di una Pec, accedendo al sistema “Step-One 2019”, previa registrazione al sito da parte del candidato.

Al termine del contratto, il servizio prestato con merito dai vincitori costituirà punteggio aggiuntivo e riserva di posti, nei futuri concorsi della Giustizia e di altre Pubbliche amministrazioni; titolo di accesso al concorso per magistrato ordinario e preferenza per l’accesso alla magistratura onoraria, oltre a equivalere a un anno di tirocinio per l’accesso alla professione di avvocato e di notaio e a un anno di frequenza dei corsi alla scuola di specializzazione per le professioni legali.

A Messina 148 posti disponibili

Disponibili circa 8mila posti di lavoro a tempo determinato in tutta Italia per l’Ufficio per il processo. I posti, con riferimento a ciascun distretto, sono i seguenti:

  • Corte di Cassazione: 200;
  • Corte di Appello di Ancona: 140;
  • Corte di Appello di Bari: 306;
  • Corte di Appello di Bologna: 422;
  • Corte di Appello di Brescia: 248;
  • Corte di Appello di Cagliari : 248;
  • Corte di Appello di Caltanissetta: 106;
  • Corte di Appello di Campobasso: 51;
  • Corte di Appello di Catania: 341;
  • Corte di Appello di Catanzaro: 304;
  • Corte di Appello di Firenze: 446 ;
  • Corte di Appello di Genova: 251;
  • Corte di Appello dell’Aquila: 190;
  • Corte di Appello di Lecce: 303;
  • Corte di Appello di Messina: 148;
  • Corte di Appello di Milano: 680;
  • Corte di Appello di Napoli: 956;
  • Corte di Appello di Palermo: 410;
  • Corte di Appello di Perugia: 107;
  • Corte di Appello di Potenza: 125;
  • Corte di Appello di Reggio Calabria: 208;
  • Corte di Appello di Roma: 843;
  • Corte di Appello di Salerno: 218;
  • Corte di Appello di Torino: 401;
  • Corte di Appello di Trieste: 141;
  • Corte di Appello di Venezia: 348.

A questo link il bando completo.

(5551)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.