Collegamenti Stretto di Messina. D’Uva e Floridia: «In arrivo investimenti per traghettamento ferroviario»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

«Dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, come da noi chiesto specificamente in un’interrogazione del 2016 a prima firma Di Maio, arrivano garanzie concrete: investimenti per potenziare il traghettamento ferroviario e, in particolare, per nuovi treni in grado di imbarcare autonomamente sulle navi traghetto».

Così i parlamentari messinesi del MoVimento 5 Stelle Francesco D’Uva e Barbara Floridia a seguito di un incontro avuto presso il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili.

«Gli incontri e le interlocuzioni con il Ministero continuano a dare risultati concreti e confermano l’attenzione del Governo verso le Regioni del Sud e, in particolare, verso l’area dello Stretto di Messina. Potenziare e velocizzare i collegamenti tra le due sponde, con investimenti e azioni, è sempre stato un punto fermo della volontà politica di noi Portavoce messinesi» hanno dichiarato i due parlamentari.

«Presto giungeranno in riva allo Stretto nuovi convogli ferroviari che saranno in grado di imbarcare e sbarcare autonomamente portando un risparmio di tempo di oltre 60 minuti. Lo avevamo chiesto quando eravamo all’opposizione attraverso un’interrogazione a prima firma di Luigi Di Maio, nata su consiglio di Mariano Massaro allora segretario regionale dell’OrSA, e adesso che siamo al Governo lo otteniamo. Ma non solo, poiché con il PNRR adesso puntiamo anche a migliorare e riqualificare le stazioni ferroviarie del Sud», continuano i parlamentari.

«Atti che vanno ad aggiungersi a quelli già realizzati per velocizzare e rendere più fruibili i collegamenti tra le due sponde garantendo una sempre maggiore continuità territoriale».

(367)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.