cittadinanza onoraria al milite ignoto (Cristo Re, Messina)

Cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, le immagini della cerimonia a Cristo Re

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Il Comune di Messina ha conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto. La consegna della pergamena è avvenuta oggi, 2 novembre – giorno della Commemorazione dei defunti, nel corso della cerimonia in onore dei militari Caduti per la Patria organizzata dal Comando della Brigata Meccanizzata “Aosta”.

Ad aprire la cerimonia, l’atto solenne dell’Alzabandiera sullo sfondo della Falce. Alla celebrazione della Santa Messa, officiata dall’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla, alla presenza del Sindaco Cateno De Luca, hanno preso parte l’Assessore ai Rapporti con le Forze Armate, Salvatore Mondello, il Prefetto Cosima Di Stani e le massime autorità militari.

Al termine della cerimonia è stata inaugurata una mostra di cimeli storici, che sarà aperta al pubblico fino alle 16.00 di oggi e nelle giornate di domani, mercoledì 2, e dopodomani, giovedì 4 novembre, dalle ore 8.00 alle ore 16.00.

La proposta di conferire la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto è stata avanzata dal Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, appoggiata dallo Stato Maggiore della Difesa, perorata dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani e condivisa dalla Brigata Meccanizzata Aosta. La Giunta Municipale di Messina l’ha accolta con una delibera presentata dall’assessore Salvatore Mondello, cui è seguita l’approvazione da parte del Consiglio Comunale il 31 marzo scorso.

Oggi, in occasione della Commemorazione dei defunti, a consegnare la pergamena attestante la cittadinanza al Milite Ignoto nelle mani del Comandante della Brigata Aosta, il Generale Giuseppe Bertoncello, è stato il sindaco Cateno De Luca: «Come riconoscimento alla memoria del reduce della Prima Guerra mondiale, di quel soldato rimasto ignoto per un secolo nel tentativo di favorire il processo di identificazione della popolazione nei confronti dei tanti militari dispersi in guerra. Un atto questo, che vuole significare un punto di riferimento per chi considera il Milite Ignoto, un fondamento del nostro popolo e dell’intera comunità nazionale, perché la sua storia racconta quella dei Caduti di ogni singola città e paese che, nel corso dei grandi sforzi bellici, hanno contribuito con il loro sacrificio alla costruzione del senso di unità nazionale».

A commentare anche l’assessore Mondello: «Con questa consapevolezza rendiamo oggi onore al coraggio, allo spirito di sacrificio e all’altissimo senso di responsabilità di cui rinnoviamo annualmente la memoria ai Caduti di tutte le guerre, che hanno scritto con il loro valore le pagine più sofferte della storia d’Italia; e a coloro che sono impegnati in missioni internazionali di pace e ricostruzione, vittime anch’essi di conflitti armati tuttora in corso in tante parti del mondo». cittadinanza onoraria al milite ignoto (Cristo Re, Messina)

(359)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.