museo di messina (mume)

Certificazione DeCo per i prodotti enogastronomici messinesi: l’evento di lancio tra Museo e Circolo del Tennis

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Il Comune di Messina vuole richiedere la certificazione De.Co (Denominazioni Comunali di Origine) per alcuni prodotti enogastronomici tipici della cucina messinese. Quali? Lo annuncerà sabato 17 dicembre nel corso di un evento dedicato che si svolgerà tra il Museo Regionale Interdisciplinare (MuMe) e il Circolo del Tennis e della Vela. Previsti dibattiti, laboratori e degustazioni.

L’appuntamento è fissato a sabato, a partire dalle ore 9.15 al MuMe per il via ad una giornata all’insegna dell’arte e del gusto tra le sale del Museo e il Circolo del Tennis e della Vela. La manifestazione, indetta dal Management comunale, in collaborazione con Sicindustria Delegazione di Messina, la Camera di Commercio di Messina e l’Università degli Studi di Messina, sarà l’occasione per lanciare la proposta di conferimento della certificazione De.Co (Denominazioni Comunali di Origine) per alcuni prodotti enogastronomici tipici della cucina messinese. L’obiettivo, è quello di promuovere il marchio “Messina” in Italia e nel mondo.

A presentare le linee guida per la richiesta della certificazione sarà l’Amministrazione Comunale, a partire dalle ore 9.15 al Museo. Poi, è prevista una degustazione, dalle 13.15, al Circolo del Tennis e della Vela, rivolta ai giornalisti e agli addetti ai lavori, con una serie di laboratori in abbinamento ai vini Doc dei tre Consorzi di tutela presenti in provincia: Faro, Malvasia e Mamertino. La Scuola Europea di Sommelier suggerirà le referenze. A dare il via ai lavoratori sarà il sindaco Federico Basile. A moderare l’incontro al Museo il direttore del giornale online “Cronache di Gusto” Fabrizio Carrera, media partner della presentazione.

L’evento vedrà anche il coinvolgimento dell’Università, gli studenti che parteciperanno avranno diritto a crediti formativi. Previsti tre moduli:

  • il primo, “Vino: tra scienza e cultura” – condotto dal docente Nicola Cicero, sarà coadiuvato da un produttore della Doc Faro e dai Presidenti dei Consorzi delle altre due Doc peloritane, rispettivamente Antonino Bonfiglio – Faro, Mauro Pollastri – Malvasia delle Lipari e Flora Mondello Gaglio – Mamertino.
  • Il secondo, “L’alimentazione tra lusso, crisi e tradizione” – sarà curato dalla docente Elena Santagati, in materia dei prodotti territoriali, sotto l’aspetto storico.
  • Il terzo, “La sostenibilità dell’agroalimentare, strategie circolari di valorizzazione dei sottoprodotti” –  sarà attuato dalla docente Rossella Vadalà, in compagnia di due aziende virtuose su questo fronte, Damiano Think Organic e Simone Gatto.

Saranno presenti il Direttore del Museo di Messina, Orazio Micali, il sindaco Federico Basile e gli Assessori alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore e alle Attività Produttive Massimo Finocchiaro, il Presidente Sicindustria Messina, Pietro Franza, il Rettore dell’Ateneo peloritano, Salvatore Cuzzocrea, il Presidente della Camera di Commercio di Messina, Ivo Blandina al Presidente del Circolo del Tennis e della Vela, Antonio Barbera.

(155)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.