Cateno De Luca dice sì al Ponte sullo Stretto, ma c’è un “ma”

Rendering del Ponte sullo Stretto di MessinaIl sindaco Cateno De Luca conferma la sua volontà di realizzare il Ponte sullo Stretto di Messina, ma non se ne parlerà prima del 2022. Perché? Perché adesso ci sono altri problemi da risolvere in città, spiega, e occorre portare la situazione alla “normalità”.

Che il Primo Cittadino sia favorevole al Ponte sullo Stretto non è certo una novità, ma non se ne parlava da un po’. L’argomento è stato ripreso oggi in occasione di un’intervista fatta al sindaco De Luca dal giornalista del quotidiano francese “Le Monde” Thomas Saintourens.

A riportare domande e risposte, prima della pubblicazione effettiva sul giornale, è stato Cateno De Luca. Secondo quanto riportato sui social, il giornalista di “Le Monde” sta preparando un pezzo sulla storia del Ponte sullo Stretto di Messina e ha chiesto al Sindaco quale sia la sua posizione al riguardo. Alla risposta favorevole del Primo Cittadino Saintourens avrebbe chiesto: «Ma cosa sta facendo per ora per realizzare il Ponte?»

«Nulla» questa la prima risposta di Cateno De Luca che ha poi specificato: «Sto pensando a risolvere le emergenze urbane che abbiamo ereditato e a portare a livello di normalità tutti i servizi urbani».

Del Ponte sullo Stretto di Messina (per il quale lui stesso si è affidato una delega assessoriale) si occuperà dal 2022 in poi. Solo allora chiederà «la titolarità per progettarlo e realizzarlo».

(825)

1 Commento

  • Emil ha detto:

    I conti non mi tornano….. Questa nuova amministrazione, parla sempre di “opere” a destra e a manca, e di miliardi, e allo stesso tempo la Regione come del resto tutto il Mezzogiorno, soffre e arranca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *