caro bollette

Caro bollette, Consumatori Associati contro l’Iva raccolta dallo Stato: «Guadagni illeciti»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il caro bollette non dà tregua a cittadini e imprese. Gli ultimi a intervenire su questa emergenza sono Consumatori Associati, pronti a presentare un esposto contro quelli che definiscono «guadagni illeciti dello Stato derivanti dall’applicazione dell’Iva».

«Per risolvere – dichiara l’avvocato Ernesto Fiorillo, presidente nazionale di Consumatori Associati – il problema del caro bollette, da un lato difendiamo i consumatori dagli aumenti ingiustificati e stiamo predisponendo un esposto/denuncia per gli illeciti guadagni dello Stato derivanti dall’applicazione dell’Iva, dall’altro verso vogliamo presentare una tecnologia innovativa, frutto dell’intelligenza messinese, che produce energia elettrica sfruttando anche un modesto moto ondoso e rappresenta una nuova frontiera per le rinnovabili».

Attualmente in Italia l’Iva sulle utenze a uso domestico di luce e gas ammonta al 10%, percentuale che sale al 22% per le imprese con contratti a uso industriale. «È veramente incredibile – commenta Fiorillo – che lo Stato, conoscendo la situazione, incassi l’Iva. Pretendiamo che sia risarcita ai consumatori. Inoltre, questa tecnologia innovativa che vogliamo illustrare è già stata applicata nel porto di Lipari ed illumina, a costo zero, il molo foraneo. Fulcro del sistema è una nuova turbina, oggetto di studi e sperimentazione negli ultimi due anni da parte dell’ingegnere messinese Francesco La Spada, che può essere utilizzata anche in zone soggette a ridotto moto ondoso”.

Questo progetto innovativo di cui parla Fiorillo verrà esposto da Francesco La Spada in un convegno in programma il 20 settembre all’hotel Royal di Messina. Parteciperanno, oltre a Fiorillo, il professore Paolo De Girolamo, l’architetto Domenico Arena della S.I.L.E.M. srl (e promotore dell’evento) e il ragioniere Pietro Battaglia di Marina dello Stretto s.r.l.

«Il 5 settembre – conclude il Presidente di Consumatori Associati – sono state effettuate delle prove, alla presenza del professore Paolo De Girolamo, docente di Costruzioni Marittime all’Università la Sapienza di Roma, nel porticciolo di Villa S. Giovanni, e durante il test, effettuato con varie altezze d’onda, è stata simulata l’illuminazione di un tratto della banchina di riva con barre Led da pavimento».

(40)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.