Capodanno a piazza Duomo, a gestirlo un’agenzia palermitana

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Sarà, come avvenuto gli anni scorsi, piazza Duomo,  ad accogliere domani sera, i messinesi che vorranno brindare al nuovo anno e festeggiare l’arrivo del 2017 con musica e spettacolo. La manifestazione  è promossa da Palazzo Zanca ed organizzata dalla Asc Production, agenzia di eventi di Petralia Soprana, in provincia di Palermo. Catanese, invece, la presentatrice dello spettacolo: Roberta Curatolo.

Ma perchè scegliere un’agenzia palermitana per il capodanno messinese? Quali i criteri seguiti per l’aggiudicazione dell’evento alla Asc Production?

Abbiamo rivolto queste domande all’assessore comunale alla cultura Daniela Ursino: ” In questi casi non abbiamo l’obbligo di bandire una gara- ha detto l’assessore Ursino-  ma si può optare per l’affidamento diretto, così come è avvenuto anche a Catania. Ci affascinava l’idea di creare uno spettacolo popolare, ma raffinato, nel solco della tradizione della musica del Mediterraneo. L’agenzia di riferimento dei due artisti di punta dello spettacolo, Mario Incudine e Simone Cristicchi, è quella a cui abbiamo affidato l’organizzazione. L’intenzione è quella di creare un capodanno che unisca il sound del territorio, con una band locale, a quello mediterraneo e multietnico, con grandi artisti di spessore internazionale come Baba Sissoko. A questo abbiamo aggiunto la raffinatezza di Incudine e Cristicchi. Quest’ultimo in particolare, darà una  connotazione poetica alla serata, che sarà composta da un mix di ingredienti, che ci riportano comunque alla valorizzazione delle nostre tradizioni mediterranee”.

Secondo la delibera di Giunta n. 860 del 27  dicembre scorso, il capodanno a piazza Duomo avrà un costo di 49.805 euro.

Ma veniamo al programma della serata. Si parte alle 23 con le sonorità messinesi,  della band  dei Big Mimma.  Poi spazio alla pizzica salentina proposta da “Officina Zoè”, gruppo di musica popolare originario del Salento,  impegnato nell’interpretazione e nel riadattamento di musiche della tradizione salentina e nella composizione di nuovi brani sempre di ispirazione etnica. Anche Messina, dunque segue le ultime tendenze che vedono i ritmi popolari sempre più di moda, basti pensare che anche Carmen Consoli, nel capodanno catanese, riproporrà la “Notte della taranta”,  appuntamento che ogni anno in estate raccoglie centinaia di migliaia di spettatori e turisti in Puglia, e che quest’anno ha visto la “cantantessa” protagonista a Lecce.

Ancora musica etnica e jazz domani sera a Piazza Duomo, con Baba Sissoko, musicista e polistrumentista africano, considerato uno dei maggiori esponenti di musica etnica e jazz, e raffinato interprete delle contaminazioni tra i due generi. Dopo la mezzanotte si entra nel vivo dell’evento con le esibizioni di Mario incudine, cantante ennese di musica popolare siciliana, e di Simone Cristicchi, senza dubbio il personaggio più atteso della serata.

Il “poeta-cantautore”, così come viene definito  Cristicchi,  è conosciuto al grande pubblico per aver vinto il Festival di Sanremo nel 2007, con il brano “Ti regalerò una rosa”, in cui, attraverso un testo struggente e malinconico, raccontava le storie vere di pazienti di istituti psichiatrici, da lui visitati.

Durante lo spettacolo ci sarà spazio anche per le  evoluzioni della compagnia di danza acrobatica del coreografo Muvla Sungani e, per finire, si ballerà in piazza, con il sound della dj messinese Miss Kate.

Marika Micalizzi

 

(1045)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.