cannabis terapeutica gratis in sicilia

Cannabis terapeutica in Sicilia, dalla Regione un avviso pubblico per la produzione medica

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Nella giornata di oggi, mercoledì 27 aprile 2022, la Regione Siciliana pubblicherà un avviso pubblico per l’avvio di un progetto innovativo per la fornitura di cannabis terapeutica da utilizzare in campo medico. Lo ha annunciato l’assessore regionale all’agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea, Toni Scilla.

Non si conoscono ancora i dettagli dell’iniziativa, poiché, come spiega lo stesso Assessore, servirà ancora del tempo per il rilascio delle autorizzazioni ministeriali.

«Bisognerà comunque attendere – ha detto Scilla – il rilascio preventivo delle autorizzazioni alla sperimentazione da parte del Ministero della Salute. Dopo avere individuato, con la procedura di evidenza pubblica, il partenariato che abbia le adeguate competenze tecniche, professionali e finanziarie per la realizzazione dell’intera filiera, la Regione si attiverà richiedendo l’autorizzazione preventiva per lo sviluppo del progetto».

«Da un lato, quindi, saremo in grado di rispondere – conclude – alle richieste derivanti dal fabbisogno accertato dalle autorità sanitarie nazionali di produzione di cannabis terapeutica; dall’altro lato, potremo così offrire una nuova occasione di reddito agli agricoltori siciliani».

Cannabis terapeutica, cosa dice la legge in Italia

In Italia la cannabis terapeutica è legale dal 2006, con alcune integrazioni sulle versioni “light” approvate dal parlamento tra il 2015 e il 2016. Il DM 9/11/2015, in particolare all’art.1:

  • autorizza la coltivazione delle piante di cannabis da utilizzare per la produzione di medicinali di origine vegetale a base di cannabis, sostanze e preparazioni vegetali;
  • individua le aree da destinare alla coltivazione di piante di cannabis per la produzione delle relative sostanze e preparazioni di origine vegetale e la superficie dei terreni su cui la coltivazione è consentita;
  • importa, esporta e distribuisce sul territorio nazionale, ovvero autorizza l’importazione, l’esportazione, la distribuzione all’ingrosso e il mantenimento di scorte delle piante e materiale vegetale a base di cannabis, ad eccezione delle giacenze in possesso dei fabbricanti di medicinali autorizzati.

(269)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.