Calano le donazioni di sangue a Messina: l’appello per rilanciare la raccolta

#selofaiseiunFIGO: si chiama così la nuova campagna per la raccolta di sangue lanciata da Fasted Messina Onlus per contrastare il calo di donazioni che sta interessando la città e il resto dello Stivale.

Nelle ultime settimane, spiegano infatti dall’associazione, in Italia e in particolar modo a Messina, si è registrato un drastico calo delle donazioni di sangue, legata presumibilmente alla «diffidenza provocata dal coronavirus». Per questo motivo, Fasted Onlus ha deciso di lanciare una nuova campagna finalizzata a rassicurare i donatori e a sensibilizzare la popolazione sui rischi che corrono i malati che hanno bisogno di continue trasfusioni.

Per i malati di talassemia (malattia del sangue) e drepanacitosi (malattia che causa gravi anemie), la donazione di sangue è fondamentale per vivere: «La situazione attuale sta mettendo a rischio l’incolumità di tante persone – dichiara Fasted Onlus. Il nostro appello è di mettere da parte la paura, in questo caso infondata, e di aiutarci ad aiutare chi ha bisogno. Diventare donatori è semplice e noi possiamo indicarvi tutti i passaggi che servono per donare».

La donazione, spiegano i volontari dell’associazione, è sicura, ed esistono soprattutto nei centri trasfusionali ospedalieri, percorsi protetti e dedicati a chi vuole donare il sangue.

Nelle prossime settimane Fasted Messina Onlus organizzerà, insieme ai centri trasfusionali e alle associazioni di donatori sangue della provincia di Messina (AVIS, Fratres, Amdas, Fida) diverse giornate dedicate alla sensibilizzazione sul tema. Nel frattempo, il presidente di Fasted Messina, Tony Saccà, invita tutte le persone interessate a donare il sangue, a contattare l’associazione.

Maggiori informazioni possono essere trovate tramite la pagina Facebook di Fasted Messina Onlus.

(163)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *