Boom di nuove imprese in Sicilia: Messina conquista il terzo posto

Aumentano le imprese a Messina. Con 638 imprese in più nel 2019 la città metropolitana si classifica al terzo posto tra le province siciliane, subito dopo Catania e Palermo. A dirlo sono i dati elaborati da Unioncamere che restituisce un quadro più che positivo per la regione, con un focus sull’imprenditoria femminile.

Se le province più vivaci da questo punto di vista appaiono Catania e Palermo, la provincia di Messina si posiziona terza nella classifica delle realtà siciliane stilata dall’Ufficio studi di UnionCamere Sicilia che ha analizzato i dati relativi alla nati-mortalità delle imprese nella regione. Si collocano dalla quarta posizione in poi Siracusa, Trapani, Agrigento, Ragusa, Caltanissetta ed Enna che, comunque, si difende e conta ben 15.093 imprese, 166 in più rispetto al 2018.

A commentare i dati è il presidente di UnionCamere Sicilia Pino Pace: «I numeri sono molto confortanti con un tasso di crescita di +0,78% della Sicilia, superiore al dato di riferimento per l’area geografica Sud e Isole +0,71%. Poi, a parte la provincia di Caltanissetta in cui si nota una frenata, abbiamo un andamento positivo in tutte le province della nostra Isola».

La classifica di Unioncamere per numero di imprese registrate in Sicilia

  1. Catania 103.333 (+857);
  2. Palermo 98.305 (+1.144);
  3. Messina 62.184 (+638);
  4. Siracusa 39.015 (+402)
  5. Trapani, 47.073 (+100);
  6. Agrigento 40.347 (+279);
  7. Ragusa 36.947 (+127);
  8. Caltanissetta 25.453 (-95);
  9. Enna 15.093 (+166).

Focus sull’imprenditoria femminile in Sicilia

Ma a crescere, in Sicilia, è anche il numero delle imprese femminili (291 in più rispetto al 2018), vale a dire delle imprese guidate da donne. Un dato, questo, che consente all’Isola di posizionarsi davanti a regioni con un tessuto imprenditoriale tradizionalmente più vivo come il Veneto, il Piemonte, la Toscana e l’Emilia Romagna.

«In Sicilia – commenta il presidente di UnionCamere Sicilia Pino Pace – anche il commercio al femminile resta il settore con il numero maggiore di imprese registrate nonostante la crisi degli ultimi dieci, dodici anni e questo significa che comunque le nostre aziende “rosa” hanno avuto la capacità di stare sul mercato».

Le province siciliane con il maggior numero di imprese femminili sono nell’ordine:

  1. Catania 24.623;
  2. Palermo 23.505;
  3. Messina 14.488;
  4. Trapani 12.238;
  5. Agrigento 10.246.

Tutte e cinque le province presentano tra il 2018 e il 2019 un saldo positivo. Le seguono Siracusa, Ragusa, Caltanissetta ed Enna che però presentano un saldo negativo tra le imprese appena nate e attività che hanno chiuso i battenti.

(484)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *