Piano Covid, il Bonus Sicilia per le microimprese: come partecipare al bando

Tra le misure approvate dal Governo Musumeci all’interno del Piano Covid è previsto un Bonus Sicilia (o BonuSicilia), un contributo a fondo perduto del valore massimo di 35mila euro per le microimprese dell’Isola danneggiate dalla crisi economica derivante dall’emergenza coronavirus.

Il piano messo a punto da Governo prevede tutta una serie di misure, finanziate con 278 milioni di euro provenienti dai fondi Po Fesr, suddivise tra: microimprese (125 milioni di euro); settore turistico (75 milioni di euro); scuola (38 milioni di euro); editoria (10 milioni di euro); confidi (20 milioni di euro) e servizi di trasporto (10 milioni di euro).

Vediamo, nel dettaglio, come richiedere il Bonus Sicilia per le microimprese.

Piano Covid: il Bonus Sicilia (o BonuSicilia) per le microimprese

Bonus Sicilia: un contributo a fondo perduto per le microimprese

Il Piano Covid per la Sicilia presentato ieri, mercoledì 16 settembre, dal governo Musumeci, prevede un contributo a fondo perduto per le microimprese dell’Isola che può arrivare fino a un massimo di 35 mila euro.  La misura prevede una dotazione finanziaria di 125 milioni di euro e nasce con l’obiettivo di sostenere il sistema produttivo siciliano danneggiato dalla crisi economica causata dall’emergenza coronavirus fornendo liquidità alle aziende più piccole.

Quali aziende lo possono richiedere: i requisiti

Possono accedere al Bonus Sicilia le aziende artigiane, commerciali, industriali, di servizi e alberghiere che:

  • Sono classificate come microimprese (cioè con meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore ai 2 milioni);
  • Hanno sede legale o operativa in Sicilia (al 31 dicembre 2019);
  • Hanno avuto l’attività economica sospesa durante il lockdown (possono accedere anche le imprese alberghiere che hanno avuto una diminuzione di fatturato nel periodo marzo-aprile 2020, -25% rispetto a marzo-aprile 2019).

Cosa prevede esattamente il Bonus Sicilia

Il BonuSicilia prevede:

  • una tantum di 5 mila euro alle imprese che hanno avviato l’attività dopo il 31 dicembre 2018;
  • una tantum di 6 mila euro alle aziende che hanno avviato l’attività prima dell’1 gennaio 2019 ed erano in regime fiscale forfettario nell’anno di imposta 2018;
  • 5 mila euro più un importo pari al 40% del fatturato medio di due mesi (calcolato in base al fatturato/volume d’affari del 2018) alle imprese che hanno avviato l’attività prima dell’1 gennaio 2019 ed erano in regime fiscale ordinario nell’anno di imposta 2018 (fino a un massimo complessivo di 35 mila euro).

Quando presentare domanda: tempi e scadenze

Il bando Bonus Sicilia per ottenere il contributo a fondo perduto destinato alle microimprese sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione (Gurs) domani, venerdì 18 settembre, a questo link.

Sarà possibile presentare domanda seguendo questo calendario:

  • dal 21 settembre al 4 ottobre 2020 – compilazione dell’istanza on line;
  • dal 5 ottobre al 9 ottobre 2020 – invio dell’istanza.

Come partecipare al bando per le microimprese in Sicilia

Per partecipare a BonuSicilia è necessario:

  • attivare subito l’identità digitale SpiD;
  • pre-compilare l’istanza sulla piattaforma SiciliaPei (dal 21 settembre 2020);
  • inviare l’istanza già compilata cliccando sul pulsante “invio” (dal 5 ottobre 2020);
  • richiedere l’erogazione di BonuSicilia.

(13242)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *