Primo piano di Cateno De Luca

Blitz di Cateno De Luca di fronte alla Prefettura: allontanato un lavavetri

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Primo piano di Cateno De LucaBlitz di Cateno De Luca allo spiazzo verde di fronte alla Prefettura di Messina, dove ha rimproverato un lavavetri che aveva lasciato le sue cose appese a uno degli alberi. L’uomo è stato invitato a rimuovere tutto e ad andarsene. «Non è razzismo – ha specificato il Sindaco – è una questione di decoro urbano».

La mattinata del Primo Cittadino è iniziata con quello che possiamo considerare un vero e proprio blitz all’area verde di via Garibaldi: «Abbiamo fatto pulizia cinque giorni fa – ha commentato De Luca in un video postato sui social in cui mostra l’area –, abbiamo sistemato gli alberi, tolto le varie porcherie e ci ritroviamo di fronte alla solita situazione di chi si mette ai semafori a lavare i vetri e lascia le proprie cose qui. Cosa gli devo dire? Che se ne deve andare subito e che non lo voglio più trovare qui».

«E poi – ha proseguito – ci ritroviamo con i moralisti da strapazzo che se la prendono col Sindaco dicendogli che è razzista? No, il Sindaco si trova davanti a queste situazioni antipatiche. Stiamo invitando questo signore a togliere immediatamente tutto e, se lo troverò un’altra volta è ovvio che passeremo all’identificazione e a tutto il resto. Questo è razzismo? No, è semplicemente voglia di far rispettare il decoro urbano anche partendo da queste piccole cose. Sicuramente – conclude – ce ne sono tante di più gravi e le stiamo affrontando, senza temere le critiche sterili, inutili e banali».

Ed il riferimento alle reazioni all’ordinanza decoro emanata dal sindaco De Luca nelle scorse settimane appare lampante. Tante le critiche che da più parti sono piovute sull’Amministrazione: la prima che viene in mente, nonché più eclatante, è quella mossa dal consigliere comunale Alessandro Russo che ha messo su un «atto di disobbedienza civile» per mostrare il proprio dissenso.

(1065)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Sindaco, dopo 10 minuti che lei se ne va, quello cacciato ritorna. Stamane erano tre, stessi posti ogni giorno, i posti simbolo: Fontana di Nettuno, imbarcaderi fiera, ecc. Se non le piace essere preso per, i diciamo fondelli, lei direbbe diversamente… è necessario anche un solo vigile fisso, che allerti chi di dovere, alla presenza delle stesse sfacciate figure, perchè non è solo lei ad essere gabbato, ma tutta la Città.

error: Contenuto protetto.