ASP Messina. Al via gli accordi con alberghi e case di cura per nuovi posti letto

L’ASP di Messina ha firmato la prima convenzione con un albergo della città dello Stretto, che ha messo a disposizione 113 camere per ospitare le persone contagiate da coronavirus ma che presentano sintomi lievi. Si sta lavorando, inoltre, a un accordo con alcune Case di Cura per ulteriori 87 posti letto. Obiettivo di queste iniziative è quello di «decongestionare i ricoveri ospedalieri».

La prima convenzione, con un hotel di Pistunina, è stata firmata martedì e consentirà all’ASP di Messina di usufruire di 113 camere da destinare alle persone contagiate da Covid-19 ma paucisintomatiche (vale a dire con sintomi lievi, che quindi non necessitano di un ricovero) e alle persone che non presentano più sintomi dell’infezione, ma che devono sottoporsi a un ulteriore periodo di osservazione per poi rifare il tampone.

Ma l’Azienda Sanitaria Provinciale sta mettendo a punto ulteriori accordi, in questo caso con delle case di cura accreditate da usare come reparti “Covid Hospital” e “Covid Center”, per un totale di altri 87 posti letto, suscettibili comunque di ampliamento.

Nel frattempo, tra lunedì e martedì un team dell’ASP ha eseguito 440 tamponi tra Messina e provincia. Si sta inoltre lavorando per stipulare accordi con ditte specializzate nella raccolta dei rifiuti speciali prodotti su tutto il territorio metropolitano.

(255)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *