Arriva in Sicilia Las Palmas, la nuova nave acquistata dal Gruppo Caronte & Tourist

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si chiama Las Palmas la nuova nave acquistata dal Gruppo Caronte & Tourist arrivata questa mattina in Sicilia e che entrerà a far parte della flotta di Caronte & Tourist Isole Minori. L’acquisto della nave rappresenta un nuovo traguardo nel segno del ringiovanimento e dell’ampliamento della flotta della società di navigazione.

Las Palmas: ringiovanire la flotta Caronte & Tourist

In merito all’arrivo della nuova nave acquistata dal Gruppo Caronte & Tourist,  la società di navigazione ha dichiarato: «Accogliere una nave nella nostra flotta è sempre emozionante. È una nuova storia, nel segno del cambiamento e del nostro impegno verso le comunità delle isole minori. I nostri sforzi sono in gran parte direzionati al ringiovanimento della nostra flotta e alla massima efficienza. È un obiettivo da raggiungere, oltre che nel lungo periodo con la costruzione nuove unità navali nel lungo periodo, anche nel breve periodo con l’acquisto di ottime unità navali come questa che sostituiranno le più anziane».

Las Palmas: storia e caratteristiche

Il traghetto Las Palmas vanta un bagaglio di viaggi tra la Spagna e alcuni porti nordafricani. A fine marzo, dopo essere stata acquistata dalla società, cambia bandiera issando quella italiana. Lo scorso martedì, Las Palmas ha abbandonato gli ormeggi spagnoli in direzione del cantiere di Augusta, dove la attendono alcuni adattamenti alle esigenze dei porti delle isole minori, prima di entrare ufficialmente in servizio in previsione della prossima stagione.

La C&T Isole Minori fa sapere che Las Palams, la nuova nave acquistata è un’unità di classe A caratterizzata da prestazioni eccellenti sia in termini di capienza che di efficienza. Con una lunghezza di 116 metri, una larghezza di 20 metri e un pescaggio di 5,4 metri, offre una stazza lorda di 10.473 tonnellate e una velocità massima di 16 nodi. Inoltre, può ospitare fino a 886 passeggeri e offre quasi 1.000 metri di carico lineare, garantendo una capacità di trasporto adeguata alle esigenze delle comunità insulari.

(135)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.