palumbo

Antonio Palumbo, titolare dei cantieri navali, si dimette

Pubblicato il alle

2' min di lettura

palumboAntonio Palumbo, amministratore della Palumbo S.p.A., si dimette. Lo annuncia tramite una nota:

«Dopo aver appreso della conferma dei provvedimenti cautelari predisposti nei miei confronti — scrive in una nota —,  provvedimenti che giudico sproporzionati, inopportuni e fondati solo su supposizioni, ho deciso di rassegnare con effetto immediato le mie dimissioni dal ruolo di Amministratore Unico della Palumbo S.p.A., mio malgrado e all’unico scopo di  tutelare il buon nome di un’azienda che, nei suoi 45 anni di vita, ha dato prova di ispirarsi a principi di correttezza  e trasparenza.

Ho condotto dure battaglie — continua — per far risorgere il cantiere di Messina, un cantiere con trascorsi nefasti e caratterizzato dalla presenza di alcuni personaggi ostili portati agli onori della cronaca dopo le mie denunce in tutte le sedi, ma sono costretto a constatare la permanente difficoltà ad operare per la persistenza di interessi evidentemente contrari alla crescita di questo cantiere.

Rassegno, dunque, le mie dimissioni — conclude — per tutelare l’interesse dell’azienda e dei suoi dipendenti, con la speranza che questa mia sofferta decisione aiuti a creare un clima più sereno e un cambio di passo ai fini dello sviluppo del Cantiere. Comunico, inoltre, che oggi è stato costituito un Consiglio di Amministrazione alla cui Presidenza è stato nominato l’Avv. Giorgio Filippi. Le funzioni di Amministratore Delegato sono state assegnate a Giuseppe Palumbo».

I titolari dei cantieri navali Palumbo sono stati coinvolti nella vicenda giudiziaria che li ha visti  accusati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati ambientali (traffico illecito organizzato di rifiuti speciali).

(138)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.