Alla Scalinata Santa Barbara primo appuntamento di settembre con PuliAmo Messina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Domenica 12 settembre, dalle 09.30, arriva il primo appuntamento del mese con l’associazione di volontariato PuliAmo Messina che interverrà sulla Scalinata Santa Barbara, al Rione Tirone.

«Percorrere la Scalinata Santa Barbara – scrivono i volontari di PuliAmo Messina – è un autentico tuffo nel passato, dove il tempo sembra essersi fermato un attimo prima il fatidico 28 dicembre 1908. Gli ampi gradoni in pietra lavica costeggiano le piccole abitazioni ottocentesche sopra le mura di Carlo V, “arrampicandosi” fin sopra il Viale Italia. Un piccolo borgo della Messina in bianco e nero, che guardiamo con nostalgia da fotografie e cartoline dell’epoca.

Di odierno, purtroppo, sono rimaste le brutture del quotidiano. I rifiuti, il senso di abbandono, la mancata valorizzazione, l’abusivismo. Lungo la scalinata, rifiuti ed erbacce divorano la poesia del luogo, facendoci ripiombare nelle criticità e nell’inciviltà di cui siamo – purtroppo – abituati.

La salita Santa Barbara è tra gli esempi più lampanti delle potenzialità inespresse del nostro territorio, che necessitano ora più che mai di essere attenzionate dall’intera popolazione messinese. Domenica mattina proveremo a riaccendere i riflettori su questo brandello del passato. Lo faremo con lo stile di sempre: i guanti, i sacchi, la speranza e i sorrisi».

Domenica PuliAmo Messina alla Scalinata Santa Barbara

L’appuntamento quindi è domenica 12 settembre, dalle 09:30, ai piedi della Scalinata, presso via Cadorna. «Tra le ultime testimonianze della Messina preterremoto – scrivono ancora i volontari – questa antica scalinata si snoda lungo il quartiere Tirone, fiancheggiando le piccole abitazioni del ‘700 e ‘800 realizzate letteralmente sopra le cinquecentesche mura di Carlo V.
La rampa, nonostante l’enorme potenziale, versa oggi in stato di semiabbandono.

Le erbacce e i rifiuti imbruttiscono i numerosi gradini in pietra lavica e le aree ristoro lungo il suo percorso. I nostri volontari, attraverso un’attenta pulizia del luogo, intendono riaccendere i riflettori sul futuro di questo antico angolo della città di Messina, auspicandone un concreto sviluppo turistico e culturale».

Cosa portare:

  • Guanti in lattice;
  • Guanti da giardiniere;
  • Scope da esterno e palette;
  • Cesoie o forbici da giardinaggio;
  • Rastrelli;
  • Sacchi grandi (non quelli neri).

PuliAmo Messina provvederà a fornire gratuitamente mascherine e guanti in lattice.

(181)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.