Albo legali “scaduto”. Gioveni: “Credevamo fosse un’Amministrazione trasparente”

Libero Gioveni passi carrabiliChe l’Amministrazione comunale abbia scarsa memoria per le date, è fatto noto, come dimostrano i fondi persi nei mesi scorsi. Un’altra problematica”da calendario” è stata denunciata, oggi, dal consigliere comunale Udc, Libero Gioveni.

«A seguito della necessità di aggiornare e implementare l’Albo dei legali esterni di fiducia di Palazzo Zanca – scrive in un’interrogazione il Consigliere comunale Udc − così come era stato previsto da codesta Amministrazione attraverso la delibera di giunta n. 503 del 1 luglio 2014, il Dirigente del Dipartimento Avvocatura aveva provveduto ad emanare un avviso pubblico per procedere alla revisione biennale del medesimo Albo, distinto per le sezioni Amministrativo, Lavoro, Civile, Penale, Tributario, Societario e Ambientale».

«La scadenza delle istanze era stata fissata al 30 settembre 2014 – spiega il Consigliere − così da determinare un nuovo e già aggiornato Albo fiduciario dei legali esterni, per il cui conferimento di incarichi e parcelle si è fatto espresso riferimento al vigente Regolamento adottato con delibera di giunta n. 101 del 9/02/2010».

« Poiché la complessa materia in questione – continua Gioveni −, si è sempre purtroppo rivelata determinante negativamente per le casse comunali, anche nella prospettiva di poter esaminare più compiutamente il redigendo Bilancio Consuntivo 2014 e il consequenziale Bilancio di Previsione 2015, ritengo utile approfondirla nei suoi tanti aspetti, come del resto ha già fatto con passate interrogazioni o proposte (non ultima quella, non ancora accolta, di creare un fondo per le transazioni giudiziali e stragiudiziali)».

Pertanto, nell’ottica anche di una trasparenza degli atti che codesta Amministrazione ha sempre decantato di voler porre in essere rispetto al “modus operandi” delle precedenti Amministrazioni, ed essendo altresì trascorsi già 8 mesi dalla scadenza delle istanze per la revisione dell’Albo, il consigliere comunale, Libero Gioveni, si rivolge all’assessore all’Avvocatura e Contenzioso, Antonino Mantineo, all’assessore al Bilancio, Guido Signorino, e per conoscenza al sindaco, Renato Accorinti, e chiede: «Quanti legali di fiducia esterni hanno implementato l’Albo in questione; quanti incarichi legali sono stati affidati; la descrizione della natura e della tipologia dei contenziosi; i nominativi dei legali esterni di fiducia a cui sono stati conferiti gli incarichi; l’ammontare dei compensi già liquidati agli avvocati esterni a cui sono stati conferiti gli incarichi»

(512)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *