Messina va “a scuola di donazione” del sangue: l’Avis incontra gli studenti del Minutoli

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Donare il sangue è uno dei più grandi gesti di umanità. Lo sanno gli alunni e il dirigente scolastico Pietro La Tona dell’Istituto di Istruzione Superiore Minutoli, dove venerdì 1 aprile alle ore 09.30 comincerà il progetto “A scuola di donazione”. L’iniziativa sarà resa possibile grazie al lavoro e all’impegno dell’Associazione Volontari Italiani Sangue (Avis) di Messina.

Gli incontri di sensibilizzazione, destinati agli studenti delle ultime classi, sono finalizzati a informare e diffondere la cultura della donazione di sangue volontaria, anonima, gratuita e periodica. Il sangue, ricorda l’AVIS, non si produce e pertanto si può solo donare. Solo attraverso la donazione è quindi possibile garantire alle strutture sanitarie le risorse di cui hanno bisogno per sostenere i propri pazienti.

Al termine dell’incontro-conferenza gli studenti maggiorenni delle scuole potranno chiedere un prelievo di sangue per verificare l’idoneità alla donazione, che verrà effettuata in una sessione successiva. All’evento parteciperà anche il  Servizio Trasfusionale Regionale, Dott. Giacomo Scalzo. «Dobbiamo puntare a raggiungere – scrive Avis Messina nella nota di presentazione dell’iniziativa –, in materia di sangue ed emoderivati, il traguardo dell’autonomia della città metropolitana. Questo passa attraverso l’apporto di tutti ma soprattutto delle fasce più giovani, che devono adeguatamente essere sensibilizzate».

L’evento programmato per venerdì 1° aprile all’Istituto “Minutoli” sarà solo il primo di un ciclo di incontri destinati a diverse scuole di Messina con l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani.

(78)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.