A Messina il progetto di farmacovigilanza sul vaccino anti-covid: cos’è e come partecipare

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Al via oggi, giovedì 10 giugno, il progetto di farmacovigilanza il miovaccino COVID19.it all’Asp e al Policlinico “G. Martino” di Messina. L’iniziativa è mirata al monitoraggio degli eventi avversi alla vaccinazione contro il coronavirus, è già attiva in altre 10 nazioni europee e vedrà coinvolte, con il coordinamento del centro vaccinale dell’Università degli Studi di Verona, oltre 20 realtà ospedaliere e territoriali in Italia. Vediamo in cosa consiste e come partecipare.

Da oggi chi riceverà la prima dose del vaccino anti-covid presso l’ambulatorio vaccinale sarà invitato, su base volontaria, a partecipare al monitoraggio registrandosi sul sito ilmiovaccinoCOVID19.it. Una volta eseguito l’accesso, l’utente riceverà via e-mail sei questionari online cadenzati da compilare entro tre mesi dalla vaccinazione, per riportare eventuali eventi avversi alla vaccinazione.

I dati raccolti – e registrati dalla Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF) – confluiranno nel Rapporto di farmacovigilanza sui vaccini COVID-19 pubblicato periodicamente dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). «Si ricorda – specificano dall’Ufficio del Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid-19 di Messina – che un ampio numero di segnalazioni non implica una maggiore pericolosità del vaccino, ma è indice dell’elevata capacità del sistema di farmacovigilanza nel monitorare la sicurezza.

Il progetto è fortemente voluto dalla European Medicines Agency (EMA) e vede coinvolti a Messina, l’ASP e il Policlinico. Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Alberto Firenze, ha messo a disposizione dell’iniziativa la struttura commissariale.

(112)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.