5G audiovisivo, online il bando del Mise per progetti innovativi: come partecipare

Pubblicato il alle

2' min di lettura

C’è tempo fino al 22 aprile 2022 per partecipare al bando del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) nato per raccogliere idee e progetti innovativi basati su tecnologie 5G nell’ambito dell’audiovisivo. L’avviso è indirizzato a startup, scuole, pubbliche amministrazioni, imprese e ad altri soggetti impegnati nel settore. Vediamo, nel dettaglio, quali sono i requisiti, quali le risorse e le modalità di partecipazione.

Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione 5 milioni di euro per finanziare progetti pilota della durata di un anno capaci di sfruttare al meglio e con creatività le tecnologie emergenti nell’ambito dell’audiovisivo. L’obiettivo è quello di realizzare contenuti di alta qualità, fruibili in realtà aumentata, virtuale e interattiva nell’ambito della produzione video remota e distribuita, della DAD+gaming, di eventi live e documentari.

Chi può partecipare al bando “5G audiovisivo” del Mise

Possono partecipare al bando “5G audiovisivo” le imprese investite del ruolo di capofila di forme di aggregazione, partenariato ed altre modalità di intesa/coordinamento appartenenti alle categorie di:

  • Operatori di rete radiotelevisiva e di comunicazione elettronica ad uso pubblico;
  • Fornitori di Servizi Media Audiovisivi (FSMA);
  • Produttori audiovisivi;
  • Imprese di livello nazionale/internazionale con competenze specifiche nel settore oggetto della proposta progettuale (editori e creators digitali, produttori ed editori di videogiochi, produttori di eventi, editori multimediali ecc);
  • Pubbliche amministrazioni centrali o locali, operanti nell’area di interesse;
  • Start-up operanti nel settore audiovisivo;
  • Istituzioni scolastiche e/o educative o, in alternativa, università o enti o centri di ricerca che svolgono attività funzionali rispetto alle attività progettuali presentate.

Come partecipare

Per partecipare al bando con la propria proposta progettuale occorre presentare domanda tramite posta elettronica certificata all’indirizzo e-mail dgscerp.div02@pec.gov.it. La scadenza è fissata al 22 aprile 2022.

È possibile richiedere maggiori informazioni, fino al 23 marzo 2022 inviando una PEC all’indirizzo dgscerp.div02@pec.mise.gov.it. Le risposte ai quesiti verranno rese ai singoli richiedenti a mezzo pec entro il 2 aprile 2022 e pubblicate in forma anonima sul sito internet del Ministero.

L’avviso completo è disponibile a questo link.

(54)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.