Atreju e Vento dello Stretto in visita a Montecitorio

12814430_914778405305763_5451497900522249254_nL’associazione universitaria “Atreju – La compagnia degli studenti”, in collaborazione con il network di associazioni Vento dello Stretto, lo scorso 9 marzo si è recata in visita  al Palazzo di Montecitorio, sede della Camera dei Deputati del Parlamento della Repubblica Italiana. Circa sessanta studenti, coordinati dai rappresentanti dell’associazione Debora Buda, Dario Carbone, Michela Pandolfino, Mariacaterina Parisi, Daniele Travisano,Leandra Morello e Giuseppe Mazzeo hanno attraversato le aule più rappresentative del palazzo, come il Transatlantico e la Sala “Aldo Moro”, assistitendo dagli appositi spalti ai lavori in un’aula gremita di deputati nel corso di una accesa discussione.

I ragazzi partecipanti sono stati informati sulla storia del palazzo, sulle sue curiosità e sulle attività che al suo interno si svolgono. “Pensiamo sia fondamentale per noi giovani, toccare con mano e conoscere il funzionamento degli organi istituzionali più alti del nostro Paese.
Oggi abbiamo avuto avuto modo di conoscere alcuni strumenti di cui si dota il parlamento e di assistere ad un interessante dibattito su una questione di strettissima attualità come quella dell’omicidio stradale.”

 Gli organizzatori intendono porgere i loro ringraziamenti all’On. Nello Musumeci, presidente della Commissione Regionale Antimafia in seno all’ARS che in occasione del “Corso di Formazione Politica” tenutosi a Palermo nel mese di dicembre ideato ed orchestrato dal suo movimento civico #diventeràbellissima del quale gli organizzatori stessi fanno parte, entusiasta all’idea di una visita a Montecitorio per i ragazzi siciliani, si è subito messo in contatto con l’On. Basilio Catanoso, fornendo inoltre a tutti i partecipanti carpette e materiale informativo che si sono rivelati molto utili per una visita consapevole del palazzo.
E’ stato cosi concesso ad un nutrito numero di universitari provenienti non solo da Messina ma da tutta l’isola di partecipare a questa importante e formativa esperienza che merita assolutamente di essere riproposta.

(102)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *