Messina-Catania “a alto rischio”, San Filippo vietato a ospiti

stadio san filippoStadio vietato agli ultra’ etnei e chiusura del settore ospiti. E’ quanto deciso nella riunione tecnica di coordinamento interforze presieduta dal prefetto  Stefano Trotta, oggi pomeriggio in vista della partita di calcio di domenica prossima al “San Filippo” tra la squadra dello stretto e il Catania, con inizio alle 14,30. Il questore ha sottolineato – riferisce una nota della prefettura – “l’altissimo profilo di rischio della competizione”, considerata, tra l’altro, “l’acerrima rivalita’ da tempo esistente tra le opposte tifoserie, sfociata in scontri anche con le forze dell’ordine”. Sono state anche ripercorse le vicende susseguitesi tra le due squadre nel corso delle passate stagioni calcistiche, che hanno fatto registrare gesti di violenza, l’ultimo dei quali risale al 4 ottobre scorso, nonche’ un gravissimo episodio avvenuto a Messina il 17 giugno 2001, durante il quale e’ stato ferito mortalmente un tifoso messinese a seguito dell’esplosione di una bomba carta lanciata da un ultra’ del Catania che occupava il settore ospiti. Il Tavolo ha pertanto condiviso la necessita’ di aderire alla prescrizione stabilita dal Comitato di Analisi per la Sicurezza delle manifestazioni sportive, che ha invitato il prefetto di Messina, sentito il questore, a valutare la possibilita’ di adottare il divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella provincia di Catania, chiudendo il settore ospiti. Il prefetto ha cosi’ emesso una apposita ordinanza, “in ragione della imprescindibile necessita’ di realizzare un complessivo rafforzamento delle misure a garanzia della sicurezza della manifestazione calcistica e, nel contempo, di evitare turbative di ordine pubblico”, riservandosi ulteriori misure dopo gli accertamenti che saranno svolti dalla Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo nella seduta del 12 novembre.

(159)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *