Rada S.Francesco, mercoledì il nuovo bando. Accorinti: “I messinesi non devono essere penalizzati”

tir-rada-san-francescoLa Rada S.Francesco continuerà a fungere da approdo fino quando il porto di Tremestieri non sarà finalmente completato. Non ci sono attualmente altre strade da percorrere e il nuovo bando (si spera possa essere l’ultimo) per l’affidamento triennale dell’area agli armatori privati, mercoledì potrebbe essere già realtà. Se n’è discusso questa mattina a Palazzo Zanca tra i vertici dell’Autorità portuale Antonino De Simone e Francesco Di Sarcina e l’amministrazione comunale. Nulla da fare, invece, per le tariffe agevolate per i residenti da tempo auspicate dai messinesi. Un’eventuale variazione dei prezzi, infatti, sarebbe di competenza delle società di navigazione e non dell’Authority.

Intanto, il sindaco Accorinti si dice pronto a battere i pugni sul tavolo affinché i messinesi non siano penalizzati dal nuovo accordo. “La concessione la firmeremo a patto che sia diano precise garanzie alla cittadinanza. Siamo alle battute  finali, il porto di Tremestieri assorbirà il gommato pesante sancendo la chiusura della Rada S.Francesco. Intanto fisserò un incontro con i prefetti di Messina e Reggio Calabria affinché dagli approdi privati sbarchino soltanto i mezzi leggeri. Occorre vigilare”.

(154)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *