Aliscafi Messina-Villa a rischio. Barresi: “Il Ministero se ne è lavato le mani”

aliscafo“Il Ministero dei Trasporti si è dimenticato della tratta Messina – Villa San Giovanni o, ancora peggio, se ne è lavato le mani scaricando ogni onere in capo ad Rfi che, viste le perdite di bilancio maturate, potrebbe abbandonare il servizio già a fine anno mettendo a rischio oltre 150 posti di lavoro” , questo scrive Michele Barresi, segretario di Orsa trasporti Messina.
“Servono almeno 4 mln di euro l’anno per un servizio funzionale all’utenza secondo le stime del sindacato – dichiara ancora Barresi – ma sebbene negli scorsi mesi Orsa abbia già segnalato alle Istituzioni come l’attuale situazione di precarietà di un servizio fondamentale  non sia ulteriormente sostenibile ad oggi non risultano atti formali in merito da parte di questo Governo che continua ad essere latitante”.
“Siamo costretti quindi a ribadire  le nostre preoccupazioni in una dura nota indirizzata direttamente al Ministro dei Trasporti Graziano Del Rio – continua Barresi – , dal quale pretendiamo anche per la tratta Messina- Villa SG i necessari finanziamenti ed un affidamento stabile che dia continuità occupazionale agli oltre 150 addetti del comparto messinese dopo anni di precarietà. Occorre la dovuta programmazione che ad oggi e’ mancata – aggiunge il sindacalista – e, prima che sia nuova emergenza,  in mancanza di riscontro  in tempi brevi da parte del Governo saremo costretti ad una nuova mobilitazione del settore”.
Di seguito riportiamo, integralmente, la lettera inviata al Ministero dei Trasporti, all’Assessorato ai Trasporti della Regione Sicilia, e, per conoscenza, a Rfi e Bluferries.
“Come e’ certamente a conoscenza di quanti in indirizzo attualmente il servizio di traghettamento veloce nella tratta di mare tra Messina e Villa San Giovanni e’ gestito dalla Societa’ Bluferries controllata della Societa’ RFI appartenente al Gruppo Ferrovie dello Stato che espleta di fatto il servizio in regime di proroga ormai da oltre un anno e mezzo nonostante, secondo quanto risulta a questa OS,  non vi sia alcuna garanzia formale di continuità da parte del Ministero dei Trasporti che dal 1 gennaio 2015 inoltre inspiegabilmente non eroga alcuna sovvenzione o risorsa per un servizio fondamentale per la Sicilia e per l’area dello stretto di Messina. 
Occorre ricordare che lo scorso dicembre 2014 il Ministero delle Infrastrutture destino’ nella legge di stabilita’ ben 30 milioni di euro in tre anni ( 2015/17) per garantire la mobilita’ veloce nello stretto di Messina ma di queste risorse la quasi totalita’ ( 28 milioni) vennero poi investiti unicamente nel bando di gara per il servizio sulla tratta Messina – Reggio Calabria recentemente assegnato alla Societa’ Ustica Lines mentre nessuna risorsa ne’ alcun bando di gara e’ stato previsto per  tratta Messina – Villa San Giovanni gestito da Rfi Bluferries unicamente con propri oneri di bilancio.
Lo scorso Dicembre 2014 l’ex Ministro on. Maurizio  Lupi paleso’ pubblicamente l’intenzione di affidare la tratta marittima Messina – Villa SG alla Societa’ Bluferries che, senza oneri aggiuntivi per il Ministero , avrebbe dovuto assicurare con adeguati collegamenti veloci sia il diritto alla mobilita’ degli oltre 2 milioni di pendolari che ogni anno ne usufruiscono e sia le opportune coincidenze ferroviarie per i viaggiatori Siciliani con i treni ad Alta Velocita’ in arrivo e partenza da Villa SG. 
Ad oggi constatiamo che a fronte dei buoni propositi dell’allora Ministro Lupi, la Societa’ Bluferries senza sovvenzioni da parte del Governo ha potuto di fatto garantire il servizio con solo 9 corse giornaliere A/R di mezzi veloci ed una nave bidirezionale che coprono unicamente la fascia oraria dalle 6:00 alle 20:00 lasciando nelle ore notturne letteralmente isolata la Sicilia dal resto di Italia. 
Nello specifico secondo l’orario commerciale di Trenitalia gli attuali collegamenti marittimi tra il porto storico di Messina e Villa SG non sono sufficienti ad assicurare le coincidenze con i treni AV in partenza o arrivo sulla sponda Calabrese , basti pensare solo per fare un esempio, che l’ultimo mezzo veloce previsto in partenza da Villa SG per Messina e’ alle ore 20:20 non garantendo necessaria coincidenza  ai treni  Freccia Argento n. 9377 e IC 561  provenienti rispettivamente da Roma alle ore 22:28 e 23:28 causando di fatto l’interruzione della continuita’ territoriale sullo stretto  non essendoci per il resto della notte alcun collegamento marittimo del vettore pubblico a disposizione degli utenti di fatto abbandonati al loro destino. 
A fronte di questo , l’evidente disimpegno del Ministero in termini di risorse destinate al servizio , ci risulta sia stato fino ad oggi sopperito con un aggravio di costi da parte di Rfi che destina al traghettamento veloce  circa due milioni di euro annui e pare abbia causato ugualmente una perdita di bilancio, nei soli primi mesi di quest’anno, da parte di RFI Bluferies di oltre 100 mila euro che potrebbe causare gravi ripercussioni societarie e occupazionali nel comparto che vede tra marittimi ed indotto oltre 150 addetti nella sola area dello stretto. 
La scrivente Organizzazione Sindacale manifesta pertanto forti preoccupazioni per questa sorta di limbo in cui ad oggi la latitanza del Ministero competente ha relegato un servizio fondamentale per l’utenza dell’area dello stretto che perdurando questo stato di cose potrebbe cessare gia’ entro fine anno causando gravi conseguenze occupazionali e ledendo il diritto alla mobilita’ dei cittadini siciliani . 
Si chiede pertanto al Ministero il reperimento  delle risorse , circa 4 milioni di euro/anno secondo una stima di questa OS,  necessarie a svolgere un servizio funzionale ed efficiente quale atto dovuto agli oltre 5 milioni di cittadini siciliani e di un affidamento triennale del servizio indispensabile a dare stabilita occupazionale al personale impiegato e farlo uscire dallo stato di precarieta’ in cui opera da quasi  cinque anni  . 
In attesa di vostro riscontro porgiamo cordiali saluti .
Messina 13 agosto 2015 
                                                                        ORSA Trasporti Messina
                                                                                 Michele Barresi “

(491)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *