One Billion Rising a Messina, in Galleria il flash mob contro la violenza

Flash mob One Billion Risign - Foto di amnesty internationalAnche Messina prenderà parte all’edizione 2018 di One Billion Rising: il flash mob, eseguito in contemporanea mondiale, per protestare – in modo non convenzionale – contro ogni forma di abuso e violenza sulle donne.

A portare l’iniziativa nella città dello Stretto, come già l’anno scorso, è il Cedav, Centro Donne Antiviolenza di Messina, che a partire dalle 17 riunirà uomini e donne in Galleria Vittorio Emanuele per un flash mob sulle note di “Break the chain”.

Musica e danza si uniranno in Galleria, come in centinaia di altre città nel mondo, con l’obiettivo di radunare un miliardo di persone pronte a dimostrare la loro voglia di “spezzare le catene” della violenza su donne e bambine, mostrando solidarietà a un tema, purtroppo, estremamente attuale.

La Galleria Vittorio Emanuele, oltre all’iniziativa organizzata dal Cedav, farà da cornice a numerose altre attività organizzate dalla Questura di Messina contro la violenza di genere.

L’iniziativa, come l’anno scorso, è stata realizzata grazie al supporto di aziende e realtà locali: Word Art di Alessandro Grillo, che ne ha curato la grafica, dj Salvatore Altadonna, che si occuperà della base musicale della coreografia e della maestra Patrizia Scaglione che ne coordinerà l’esecuzione da parte delle palestre coinvolte e a quanti vorranno prendere parte al flash mob in Galleria Vittorio Emanuele.

(69)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *