“Musica da bere” tende la mano a Lo Monaco: ” incontriamoci e collaboriamo. La Sicilia ha bisogno di eventi”

vascoNella querelle sorta tra il sindaco Accorinti ed il presidente dell’Acr Messina, Lo Monaco, non poteva mancare una nota del titolare della società che organizza i due concerti “pietra dello scandalo”, Carmelo Costa, di Musica da bere”.

“La Musica da Bere Srl ha seguito con una certa meraviglia – scrive Costa – le polemiche e le
dichiarazioni del Presidente dell’ACR Messina apparse sugli organi di stampa in merito alla concessione da parte del Comune di Messina dello Stadio San Filippo e delle sue pertinenze e dipendenze alla Musica da Bere Srl per l’effettuazione di due grandi eventi musicali nel luglio 2015.
I grandi concerti musicali vengono effettuati in ogni Stadio di Serie A della penisola, così come in tutto il mondo e convivono perfettamente con le esigenze del mondo dello sport.
Da San Siro all’Olimpico, da Torino ad Udine i concerti delle grandi rock star sono all’ordine del giorno nei mesi estivi, senza polemiche , ma con la collaborazione e la soddisfazione di tutti che anzi lottano insieme per assicurare alla città a cui appartengono questi eventi irripetibili.
Le ricadute economiche sulla città ospitante sono talmente palesi da non dover essere elencate. Basterà citare uno studio della Camera di Commercio di Torino pubblicato alcuni giorni fa sul quotidiano La Repubblica che, confermandone uno analogo effettuato alcuni anni fa a Milano,
“calcola in circa 7 volte l’incasso da botteghino di un concerto l’indotto generato
nella città ospitante.”
“Alberghi, ristoranti, bar, trasporti della Città di Messina aumenteranno nel prossimo mese di luglio il loro fatturato mensile di almeno il 15% , grazie ai due eventi in programmazione”, senza contare le centinaia di persone che per alcuni giorni lavoreranno agli allestimenti e
all’organizzazione . Peraltro la maggior parte del personale e dei fornitori di servizi saranno
reperiti su Messina, grazie anche alla partnership con la Sud Dimensione Servizi.
La scrivente società è già stata ospite dello Stadio San Filippo nel 2007 e nel 2008 con Vasco Rossi e vi è stata la massima collaborazione con la società calcistica di allora e la massima correttezza nel ripristino a regola d’arte e a proprie spese del manto erboso dopo i concerti, mentre i verbali di riconsegna hanno certificato l’assenza di qualsivoglia altro
danno ai vari settori dello Stadio, compresa foresteria ed uffici. “

Premesso doverosamente quanto sopra, la Musica da Bere Srl , su sollecitazione del Sindaco di Messina, si adopererà per ottimizzare date e tempi di allestimento dei concerti onde poter ridurre il periodo di permanenza all’interno della struttura , rispetto al periodo della
concessione dal 6 luglio al 6 agosto 2015.
Di contro, il nostro amministratore unico è pronto ad incontrare, alla presenza del Sindaco, il Presidente dell’ACR Messina per illustrare i dettagli dell’operazione e mettere da una parte la squadra di calcio a non subire alcun danno o impedimento dalle ns. iniziative e dall’altra a poter svolgere il nostro lavoro con la dovuta serenità, professionalità e collaborazione.
La città di Messina e la nostra Sicilia tutta hanno grande bisogno di eventi, sia sportivi che musicali che possono benissimo convivere e vestire a festa le “strutture pubbliche” che li ospitano.
Siamo certi che le polemiche sorte siano nate da malintesi che contribuiremo a chiarire, non potendo neanche immaginare che vi sia qualcuno che in cuor suo possa essere contrario a due grandi Feste alle quali in totale parteciperanno circa 70 mila spettatori”.

Musica da Bere Srl

Carmelo Costa

(46)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *