I minori migranti di Messina in prima linea per accogliere i crocieristi: torna AccogliME

Foto dei minori di Casa Ahmed che accolgono i turisti a MessinaRicomincia la stagione delle crociere e con essa torna AccogliMe, il progetto di integrazione avviato lo scorso giugno che mira a coinvolgere i minori migranti che si trovano oggi a Messina nella vita e nelle attività della città mettendoli in prima linea nell’accoglienza dei turisti.

AccogliMe è nato a giugno 2018 su iniziativa dell’Autorità Portuale di Messina, che ne ha curato anche il coordinamento e la programmazione insieme alla Città Metropolitana (Servizio “Turismo” della V^ Direzione “Sviluppo Economico e Politiche Sociali”), al Comune di Messina con gli Assessorati alle Politiche Sociali e Migrazioni e al Turismo, all’Istituto Tecnico Economico Statale “A.M. Jaci” e alla Cooperativa Sociale Onlus Medihospes.

Ad essere coinvolti nell’iniziativa saranno i ragazzi, provenienti da Gambia, Costa d’Avorio, Mali, Senegal e Niger, attualmente ospiti degli SPRARCasa Touré” e “Casa Michelle” (gestiti, appunto, da Medihospes).

Il progetto è suddiviso in diverse fasi: la prima partirà l’8 marzo, con una lezione introduttiva a Palazzo Zanca dedicata alle nozioni principali sul crocierismo e alle altre attività del Porto di Messina, e proseguirà con ulteriori incontri dedicati all’accoglienza e alla storia della città dello Stretto; una volta terminata la fase formativa, i ragazzi – forti della loro conoscenza delle lingue straniere e delle lezioni seguite – si occuperanno, insieme ai coetanei dello Jaci, di dare il benvenuto ai turisti e di illustrare loro le principali attrattive della città.

Sarà l’Istituto “Jaci” a formare i giovani di “Casa Touré” e “Casa Michelle” sui diversi itinerari turistici programmati con l’Ufficio Turismo del Comune, e a favorire lo scambio di esperienze con gli studenti di alcune classi dei corsi di Turismo che stanno già sperimentando la stessa attività presso l’InfoPoint del terminal con l’alternanza scuola-lavoro, dando così compiutezza all’interazione fra i giovani migranti e i loro coetanei messinesi, uno degli obiettivi centrali del progetto.

L’iniziativa mira a coniugare la parola “accoglienza” nelle sue diverse accezioni e a dimostrare come i giovani migranti rappresentino per le comunità locali che li ospitano una preziosa risorsa. Al contempo il Punto turistico del terminal si avvarrà, senza alcun onere a carico dell’amministrazione pubblica, dell’aiuto dei ragazzi per fornire informazioni sulla città, sui monumenti, sui siti di maggiore attrattività.

Una volta conclusa questa esperienza, i giovani migranti coinvolti continueranno ad affiancare per tutta la stagione crocieristica i dipendenti dell’InfoPoint della Città Metropolitana e del Comune che, in qualità di Tutor, li supporteranno con la propria esperienza nel fornire ai visitatori informazioni sulle ricchezze artistiche, monumentali, culturali e paesaggistiche della città di Messina.

I ragazzi che hanno partecipato alla scorsa edizione di AccogliMe hanno ricevuto il diploma durante una cerimonia tenutasi a dicembre. Il logo dell’iniziativa è frutto dell’elaborazione grafica dei ragazzi partecipanti alla scorsa edizione.

(124)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *