Messina: isola pedonale si o no? Torna il dilemma in vista del Natale

piazza cairoli_aA Messina si riaccende, a poco più di un mese da Natale, l’annuale dibattito sull’isola pedonale nell’area di Piazza Cairoli.

A puntare i riflettori sul tema è il consigliere della IV circoscrizione Daniele Travisano, che chiede direttamente al consiglio comunale di riaprire la discussione.

Il consigliere, in particolare, vorrebbe che si prendesse nuovamente in considerazione l’ipotesi di installare un’isola pedonale permanente che includa non solo Piazza Cairoli, ma anche le vie limitrofe, ovvero la via dei Mille e la via Giordano Bruno.

«Chi amministra – dichiara Travisano – ha il dovere di prendere atto della volontà dei tanti cittadini e delle tante associazioni che, negli anni, si sono messi in gioco per sensibilizzare i messinesi sull’argomento (con particolare attenzione per via dei Mille), con la speranza che la città si potesse riappropriare di uno spazio pubblico da vivere, costruire e migliorare».

La pedonalizzazione dell’area, come ricorda il consigliere, era stata realizzata nel 2014, ma dopo qualche mese lo spazio si era già ristretto alla sola Piazza Cairoli.

«Uno spazio pubblico che è stato negato “per gioco” da qualche Consigliere», dichiara Travisano.

«Sono ancora più consapevole, a distanza di anni, che la maggioranza di coloro che operano all’interno del perimetro dell’ex area “Cairoli” ha compreso che rendere le vie della città centri di aggregazione vivibili e moderni possa rappresentare, nel medio-lungo periodo, una fonte di crescita economica».

In conclusione, Travisano invita il consiglio comunale a pensare al futuro, mettendo da parte campagne elettorali appena finite e già pronte a ricominciare. «Tutti gli attori facciano la loro parte. Credo fermamente che questo provvedimento possa rappresentare un “regalo” della classe politica alla cittadinanza: uno spazio da vivere che, possibilmente, fornisca nuovo slancio al commercio di Messina».

(97)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *