Messina, Irrera Mare. Cinema, Spettacolo: tutto in una sera. Grazie al Cirs

maria celeste galaOre 20,15 di venerdì 13 giugno, inizia il “Galà di preapertura del 60° anniversario della Rassegna Cinematografica del TaofilmFest all’ex Irrera Mare e, nello stesso istante, come per magia, Messina, rivive atmosfere ed energie sopite da anni. Tanti gli ospiti illustri, da Claudia Cardinale, che nel discorso di ringraziamento ha voluto ricordare la sua passata presenza, proprio lì, in quel luogo che la vide giovane attrice protagonista del Gattopardo, ad un Roberto Gervaso sempre attivo e autoironico, che nonostante il suo definirsi” andato con gli anni”, ha mostrato di esserci con la sua”inconfondibile” parlantina.
E ancora Brando De Sica, Isabella Ferrari, Remo Girone.
E poi i nostri Vip, quelli di “casa”, quelli che appartengono a questa terra che tanto ancora potrebbe e dovrebbe dare. I premiati Ninni Bruschetta, Donatella Maiorca, Federica De Cola, che alla consegna del riconoscimento sono apparsi visibilmente emozionati. Hanno usato parole vere, parole dettate dal consapevole orgoglio di appartenenza ai ricordi di una Messina che li ha allontanati solo per lavoro, per una “pagnotta” che la città non offre più da tempo, una città che ti rimane comunque nel cuore. E il cuore dei messinesi era tutto lì, ieri sera, al Gala organizzato dal Cirs all’insegna della solidarietà. Hanno patrocinato i Comuni di Messina e di Taormina, la Provincia di Messina, l’Autorità Portuale e la Regione Sicilia, tutti rappresentati da autorità presenti in sala.
Ma non è stata difficile, ieri, la solidarietà. Chi ha dato una mano all’ente morale che il gala l’ha organizzato per l’istituzione di borse di lavoro destinate a giovani in stato di disagio, ha visto star ma anche tanta eleganza e la partecipazione delle scuole. Il liceo Maurolico, in particolare, ha realizzato un valzer e gli studenti, che indossavano abiti d’epoca, per pochi minuti hanno fatto un salto nella Sicilia del Gattopardo.
E un Valzer d’eccellenza è stato anche quello della Compagnia Nazionale di Danza Storica, diretta da Nino Graziano Luca.
Altro momento che ha richiamato l’interesse del vasto pubblico, circa 800 persone, è stata la sfilata. Donne e uomini di ogni età hanno indossato abiti vintage, dell’epoca della gloriosa Rassegna Cinematografica di Messina.
Abiti corti, lunghi, da giorno, da sera, le “modelle per una sera”, sotto l’abile regìa di Antonella D’Alia, hanno calcato la passerella. Ma prima, nel “dietro le quinte”, c’era chi ha lavorato duro per adeguare trucco e acconciature delle indossatrici ai nostri favolosi anni 60. Ben 70 volti sono passati sotto i pennelli, le spugnette, i polpastrelli del noto truccatore Jo Rizzo; il parrucchiere Valentino ha modellato altrettante “teste”. “Senza trucco e senza inganno, invece, coloro che hanno aperto la sfilata, una “cordata” al maschile: gli otto fratelli Arcovito, che con ironia ed eleganza, hanno partecipato alla serata organizzata dalla madre, Maria Celeste Celi Arcovito.
Il gala è stato presentato con brio e dinamicità da Silvana Paratore. Qualche sprazzo di presentazione lo ha fornito anche Tiziana Rocca, lì per rappresentare il connubio con Taoarte.
Ieri sera, all’Irrera Mare, per qualche ora si è tornati indietro nel tempo.
Bravo il Cirs, bravi i messinesi.

 

(127)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *