Messina. Il Dottor Francesco Saverio De Ponte è tra i migliori medici d’Italia

francesco_saverio_de_ponte-foto_topdoctors-polimeMessina. Il Dottor Francesco Saverio De Ponte, Responsabile dell’UOC di Chirurgia Maxillo-facciale presso il Policlinico Universitario dell’Università di Messina, è tra i migliori medici d’Italia.

Il chirurgo maxillo-facciale è, infatti, uno dei vincitori dei Top Doctors® Awards premi riservati ai professionisti della sanità presenti sulla piattaforma Top Doctors giudicati più meritevoli dai loro stessi colleghi. Questi ultimi sono infatti chiamati a indicare gli specialisti a cui affiderebbero la propria salute o quella di un familiare e il Dottor Francesco Saverio De Ponte è uno dei 5 medici premiati della Sicilia.

Il Mezzogiorno, infatti, è il vincitore indiscusso della seconda edizione italiana dei Top Doctors® Awards: Sicilia e Campania sono le prime regioni per numero di medici premiati (5 ciascuna). Seguono Lombardia, Piemonte, Lazio e Veneto con 4 specialisti, quindi Puglia con 3 medici ed Emilia-Romagna con 1 solo medico.

Oltre al Dott. De Ponte, i professionisti della sanità siciliana più “votati” dai loro stessi colleghi di tutta Italia sono: il  Prof. Andrea Di Cataldo (Pediatria), il Prof. Carmelo Mignosa (Cardiochirurgia), il Dott. Maurizio Pettinato (Dermatologia), il Prof. Roberto Varsalona (Ortopedia e Traumatologia), tutti di Catania.

Top Doctors®, piattaforma online che seleziona e mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori medici specialisti, centri e cliniche privati di livello internazionale, assegna già da decenni negli Stati Uniti questo riconoscimento. In Italia, invece, i Top Doctors® Awards vengono assegnati dal 2017.

(5516)

1 Commento

  • Lorenzo scrive:

    Un medico é bravo nel suo lavoro quando é consapevole dei propri limiti, ne parla con il paziente e lo rende partecipe di tutte le decisioni.
    Personalmente ho avuto una bruttissima esperienza con uno dei medici citati in questo articolo.
    I medici dovrebbero ricordare che hanno a che fare con persone, no con numeri. E ammettere i propri limiti é professionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *