Sport e sanità: così Renato Accorinti dona 100 mila euro del suo stipendio

Fotogramma video Renato Accorinti - Ricandidatura sindaco MessinaMessina. Saranno i ragazzi i principali destinatari dei 100 mila euro di indennità che il sindaco Renato Accorinti, 5 anni fa, aveva promesso di donare alla città. La cifra verrà divisa, in sostanza, tra attrezzature sportive, interventi educativi e strumentazioni sanitarie.

Non ha specificato quali saranno i luoghi in cui si interverrà e che verranno resi noti solo a elezioni concluse, per fugare ogni dubbio di “voto di scambio”, ma intanto ha fornito quelle che saranno le linee guida delle donazioni. Perché di donazioni si tratterà: acquisterà, infatti, beni per poi darli al Comune.

«C’è un po’ della mia storia nella scelta di come destinare questa somma» ha spiegato. Parte dei soldi saranno, infatti, devoluti per l’acquisto di canestri, palloni, reti da pallavolo e porte da calcetto, da montare in diverse zone della città, come il lungomare o le spiagge. L’idea è quella di fornire ai ragazzi dei luoghi in cui riunirsi, giocare e socializzare. Sulla stessa linea, gli interventi previsti in alcune villette cittadine, che verranno dotate di giochi per i bambini, perché, ha specificato: «Il gioco è uno strumento di apprendimento».

In più, regalerà a ogni scuola di Messina, medie e liceo, due dvd: «Si tratta di due film che ho sempre fatto vedere ai miei studenti, ovvero “I 100 passi” e “L’attimo fuggente”, fondamentali per l’educazione dei giovani». Sempre in ambito scolastico, una parte dell’indennità verrà usata per progetti  educativi a sostegno dei ragazzi rom perché, ha aggiunto citando don Milani, “la scuola deve aiutare gli ultimi”, chi ne ha bisogno, non può solo premiare i migliori.

Altre iniziative riguarderanno, invece, l’ambito sanitario. «L’idea è nata dai cittadini – ha spiegato Renato Accorinti. Tempo fa una famiglia messinese che aveva appena perso un proprio caro a causa di un attacco cardiaco ha donato al Comune un defibrillatore: ecco, noi abbiamo fatto lo stesso, prevedendo strumentazioni analoghe da distribuire lungo il territorio cittadino. Grazie ai medici del 118, inoltre, verranno offerti ai cittadini corsi gratuiti di primo soccorso».

In cantiere ci sono anche progetti di riqualificazione delle periferie – da realizzarsi puntando sullo strumento della partecipazione civica – e di valorizzazione della Biblioteca per bambini Dario Fo e Franca Rame.

(562)

1 Commento

  • puccio scrive:

    Come mai ha fatto questo comunicato a 3 giorni dalle elezioni? Sbaglio o aveva detto pubblicamente che, per correttezza, avrebbe fatto tale dichiarazione dopo giorno 10 giugno?
    Si predica bene ma si razzola male e l’attaccamento alla poltrona non conosce ideologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *