Messina avrà la sua isola pedonale per Natale: il Consiglio Comunale vota sì

Foto dell'isola pedonale di via dei Mille - Natale 2017È ufficiale: anche per il Natale 2019 Messina avrà la sua isola pedonale. A stabilirlo è stato il Consiglio Comunale che pochi minuti fa ha dato il suo “sì” alla delibera di chiusura al traffico di alcuni tratti della via dei Mille e del viale San Martino per il periodo delle feste.

Dopo il via libera della Commissione e il rinvio della discussione a oggi pomeriggio, l’Aula consiliare si è espressa sull’istituzione dell’isola pedonale di via dei Mille e il voto è stato favorevole nonostante il primo rinvio. La delibera, infatti, era stata presentata in tutta fretta ieri pomeriggio, ma la discussione era stata subito rinviata a oggi su richiesta di Salvatore Serra (consigliere del centro destra) che ha richiesto la presenza dei tecnici del dipartimento competente.

Anche quest’anno, quindi, Messina avrà la sua isola pedonale natalizia, con tutti gli eventi e le decorazioni a essa connessi. Ma quale sarà l’area pedonalizzata? Dal 5 dicembre 2019 e fino al 6 gennaio 2020 sarà interdetta al traffico buona parte della via dei Mille, nel tratto compreso tra via Tommaso Cannizzaro e via Santa Cecilia, del viale San Martino, carreggiata monte e valle, nel tratto compreso tra piazza Cairoli e via Maddalena, e della via Ettore Lombardo Pellegrino, nel tratto compreso tra le vie Dei Mille e Giordano Bruno. L’area individuata verrà poi riaperta al traffico il 7 gennaio.

A presentare la delibera è stata l’assessore Dafne Musolino che ha sottolineato la fattibilità tecnica del provvedimento sulla scorta di quanto fatto per il Natale 2018: «La richiesta di chiusura temporanea della via dei Mille ci è pervenuta da parte dell’associazione Mille Vetrine che ogni anno si occupa di organizzare manifestazioni natalizie in centro città – ha spiegato. La proposta ricalca la pedonalizzazione dell’anno scorso, quindi sulla sua fattibilità pratica abbiamo già avuto riscontro positivo».

Sia nel corso della Seduta di Commissione di lunedì mattina che durante la discussione in Consiglio, in molti, tra cui in particolare presidente della Commissione Viabilità Libero Gioveni, hanno espresso la necessità di approvare al più presto il piano generale del traffico urbano (PGTU) affinché si possa definire un’area della città da trasformare un’isola pedonale permanente. Area che non necessariamente dovrà coincidere con quella chiusa al traffico durante il periodo natalizio.

Sebbene il centro sinistra e il Movimento 5 Stelle, in linea generale, si siano mostrati favorevoli all’istituzione dell’isola pedonale di via dei Mille limitatamente alle festività ormai alle porte, sin dall’inizio il centro destra ha mostrato le sue perplessità. È stato, infatti, proprio tra le file di questo schieramento che si sono affacciate le maggiori critiche e le proposte alternative, come quella di chiudere l’area di piazza Cairoli e il viale San Martino, non via dei Mille.

In ogni caso, la delibera è passata. L’isola pedonale di via dei Mille verrà istituita il 5 dicembre e resterà fino al 6 gennaio aggiungendosi alle già programmate attività previste nell’ambito del Natale di piazza Cairoli, manifestazione organizzata dall’associazione Messina Incentro che prenderà il via già a partire da giovedì.

(634)

1 Commento

  • Giovanni ha detto:

    Il vostro articolo non credo renda giustizia su questo tormentato argomento perché oltre ai commercianti vi sono anche i residenti e i disabili. Il risultato delle somma di tutti questi soggetti, come sapete, si chiama CITTADINI. Disconoscere l’ulteriore congestionamento del traffico dovuto ad un provvedimento di chiusura di una strada ignorando gli effetti nefasti sull’inquinamento in generale e sull’innalzamento delle sostanze tossiche inalate da chi vi risiede, senza contare le difficoltà maggiori per il rientro nelle abitazioni nelle ore diurne non è giusto. La vostra informazione invece dovrebbe spiegare a tutti noi perchè questa amministrazione ancora tarda nel mettere in campo i piani necessari a rendere il centro urbano (quartieri della Mosella) che voi continuate a chiamare “centro commerciale naturale” di alto livello mettendo in campo tutti gli strumenti degni di una città civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *