Messina. Dal 16 aprile la IX edizione della Settimana della Sicurezza

presentazione settimana della sicurezza 2018Una corretta informazione per i cittadini in caso di calamità: è questo che vuole offrire il Comune di Messina durante la IX Edizione della Settimana della Sicurezza “MESSINA RISK SIS.MA. 2018”. L’interessante iniziativa in riva allo Stretto prevede una fitta serie di eventi, simulazioni e momenti formativi che, dal 16 al 21 aprile, coinvolgeranno non solo enti privati e pubblici ma anche scuole e singoli cittadini.

La novità di quest’anno è la collaborazione col Dipartimento Regionale Protezione Civile della Calabria, che venerdì raggiungerà Messina con una colonna mobile di soccorsi al polo sportivo San Filippo; nel pomeriggio ci sarà una simulazione di ricerca di corpi sotto le macerie al forte Masotto (Campitalia).

La Settimana della Sicurezza sarà anche un’occasione, per il dipartimento di Protezione Civile comunale, diretto da Riccardo Pagano, di sperimentare i protocolli, capire l’efficacia delle procedure d’intervento e assicurarsi che i riferimenti di contatto telefonici e via radio abbiano la sufficiente copertura.

Fondamentale in tutto questo processo è il coinvolgimento dei cittadini: «Se i nostri comportamenti nel quotidiano non sono esatti – ha spiegato Pagano – significa che non c’è cultura di protezione civile che permette di salvarci in casi di eventi calamitosi».

Durante la Settimana della Sicurezza si metteranno a punto anche due sistemi già attivi:

  • sistema di info SMS, che recapita ai cittadini messaggi in caso di rischio idrogeologico;
  • piattaforma Alert System, un’app che recapita sul cellulare info, circolari, ordinanze sindacali relative la città di Messina.

Settimana della Sicurezza – Momenti formativi

Numerosi i momenti formativi dedicati a enti, scuole, cittadini.

L’istituto professionale Antonello, mercoledì, seguirà un corso di formazione prima della simulazione. Alcuni ragazzi parteciperanno, inoltre, a un’esercitazione che servirà per gestire una cucina da campo in caso di terremoto.

Queste simulazioni nelle scuole sono essenziali per dare consapevolezza ai ragazzi circa le buone pratiche, approntate dalla Protezione Civile, per mettersi in sicurezza in caso di emergenza.

Sempre mercoledì, alle 18, all’hotel Capo Peloro Resort, in collaborazione con le associazioni di volontariato, si creerà un momento di informazione aperto ai cittadini.

Si avrà anche l’opportunità di conoscere le informazioni sul rischio maremoto. Messina, dallo scorso dicembre dispone, dalla zona sud, Giampilieri, fino a nord, Pontegallo, di opportuna segnaletica informativa riportante le buone pratiche in caso di maremoto.

In occasione di questa edizione della Settimana della Sicurezza a Messina sono previste, inoltre, simulazioni con gli ordini professionali (ingegneri e geologi) per le attività di censimento danni in caso di terremoto.

Anche per il personale del Comune di Messina è previsto un momento formativo utile a far capire l’importanza delle simulazioni in caso di calamità naturale che vanno, sempre, affrontate con la giusta serietà e attenzione.

Verranno coinvolte, infine, le cliniche private, alle quali è affidato, in caso di calamità, il trattamento dei codici verdi, per diminuire il carico delle strutture ospedaliere pubbliche.

 

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *