Libero Gioveni a De Luca: «Il Salva Messina deve dare più attenzione agli anziani»

libero gioveni - consigliere comunale - messina

Il Salva Messina non deve escludere i bisogni degli anziani. Questo è quanto evidenziato dal consigliere comunale Libero Gioveni, in una nota in cui chiede al Sindaco Cateno De Luca di realizzare degli spazi dedicati, appunto, alle persone di terza età.

«Nella qualità di consigliere comunale – scrive Gioveni – in un periodo in cui, a seguito di quanto stabilito nel Salva Messina, si procederà ad una nuova mappatura dei bisogni per capire quali e quanti siano i servizi da mantenere, da ridimensionare ma anche da introdurre, si intende portare all’attenzione che non sembrano esistere delle strutture dove i nostri “nonni” possano trascorrere delle ore spensierate, socializzando fra loro e godendo di attività ludico-ricreative».

A parte il servizio di assistenza domiciliare ed il centro sociale di villa Dante, che come sottolinea il consigliere risulta da tempo in condizioni di degrado, non sembrano esserci molti altri luoghi in cui gli anziani possano passare il proprio tempo.

«In particolare nei villaggi – continua Gioveni – tali strutture, a parte qualche circolo ricreativo gestito da privati che però sono per lo più rivolti ai ragazzi, rappresentano davvero una chimera, nonostante la crescente domanda da parte di questa fragile categoria di cittadini, spesso abbandonati al loro destino».

Gioveni spiega come fino a qualche anno fa esisteva un centro ricreativo per gli anziani a piazza Casa Pia, ma che a seguito del trasferimento degli uffici del centro regionale per l’impiego, fu smantellato, lasciando numerosi pensionati senza uno spazio dove passare del tempo assieme.

«Ma tante altre – spiega il consigliere – sono le zone in cui centinaia di anziani vorrebbero ritrovarsi in delle strutture accoglienti che possano rappresentare per loro dei punti di riferimento e, perché no, anche dei luoghi in cui sentirsi utili e apprezzati, coinvolgendoli in iniziative di carattere sociale».

Per queste ragioni il Gioveni rivolge il suo appello al Sindaco, sperando che ci sia la giusta volontà da parte dell’Amministrazione De Luca «di dedicare più attenzione ai numerosissimi anziani della città, quasi del tutto privi di spazi, strutture e momenti ad essi dedicati, considerando questo servizio nella nuova mappatura dei bisogni se si intende valutare la concreta possibilità di offrire agli anziani nuove forme di assistenza ludico-ricreativa in delle strutture facenti parte del patrimonio immobiliare dell’Ente».

Secondo i dati dell’ISTAT relativi al 2018, della popolazione totale di Messina di 234.293, sono 52.784 le persone di età pari o superiore a 65 anni: anche se non si tratta della maggioranza dei residenti della città dello Stretto, gli anziani a Messina sono una notevole fetta di popolazione.

 

 

(104)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *