Nina Lo Presti: “Gli incarichi legali al Comune sempre agli stessi”. Proposta novità: se massoni occorre dirlo

consigliera Lo PrestiTutti gli avvocati, soprattutto i più giovani, e non solo un gruppo ristretto, debbono partecipare all’assegnazione degli incarichi legali del Comune a professionisti Esterni. Visto che l’amministrazione non ha cambiato le cose negli ultimi 12 mesi la consigliera comunale di Cambiamo Messina dal Basso Nina Lo Presti ha illustrato, dopo averla già consegnata, la proposta di delibera con il nuovo regolamento per l’affidamento di incarichi di patrocinio legale del Comune a professionisti esterni.

La Lo Presti è stata sostenuta nel redigere l’atto dagli avvocati Erica Caponnetto e Serena Pandarola. Quindici gli articoli che passeranno al voto del Consiglio comunale. Tra le novità la divisione per ambiti giuridici delle sezioni con l’inserimento della sezione speciale Giovani Avvocati; sapere se i legali siano iscritti a logge massoniche anche se non sarà motivo discriminante per la selezione, assegnazione per sorteggio degli incarichi e non a totale discrezione del sindaco e della giunta in modo che si garantisca massima trasparenza, onorari predefiniti in partenza, abolizione del Collegio di Difesa tranne per casi effettivamente indispensabili per l’amministrazione con annessa motivazione. “Soltanto il 15% degli iscritti all’Albo ruota e ottiene incarichi dall’amministrazione – ha dichiarato la Lo Presti – noi vogliamo garantire a tutti l’effettiva partecipazione alle attività di difesa dell’ente e non a una cerchia ristretta di beneficiari che altrimenti continueranno ad avere spazio con esclusione di tutti gli altri”. La Lo Presti ha segnalato che anche in questo primo anno di giunta Accorinti le scelte discrezionali dei legali non sono cambiate rispetto al passato e che dopo averne parlato con l’amministrazione del progetto di un nuovo regolamento per gli incarichi legali l’assessore al Contenzioso Nino Mantineo avrebbe fatto cadere nel vuoto il progetto. @Acaffo 

(94)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *