Indagine su Messinambiente: sindaco e vice in procura per consegnare altri documenti

Accorinti Termini intimidazioneInchiesta Messinambiente: il sindaco Renato Accorinti e il vice e assessore al Bilancio Guido Signorino sono tornati in procura. I vertici dell’amministrazione comunale – secondo quanto si è appreso – si sono recati a Palazzo Piacentini spontaneamente consegnando altri documenti, rispetto a quelli già inoltrati o richiesti dalla magistratura, sulla società di via Dogali. Due settimane fa la notizia che il sostituto procuratore Roberta La Speme aveva ottenuto la proroga delle indagini. Falso, truffa e peculato le ipotesi di reato al centro dell’inchiesta in corso. Tra coloro che sono stati raggiunti da avviso di garanzia anche l’ex commissario liquidatore Armando Di Maria.

(35)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *